Proposte - 06 settembre 2022, 08:05

Alessandria: Palatium Vetus riapre per Golosaria

Alessandria: Palatium Vetus riapre per Golosaria

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria apre le porte di Palatium Vetus ai turisti in occasione di “Golosaria tra i castelli del Monferrato”. Sarà, infatti, possibile visitare Palatium Vetus nei due week end del 10-11 e 17-18 settembre in cui si svilupperà il programma di eventi che Paolo Massobrio e i suoi collaboratori hanno messo a punto per questa edizione, ricca di appuntamenti nei castelli e nei palazzi del Monferrato, nelle vie e nelle piazze dei paesi, nelle cantine, nei vigneti, nei laboratori artigianali.

Una collaborazione, quella tra la Fondazione presieduta da Luciano Mariano e Golosaria, che è iniziata fin dalla prima edizione della rassegna e si è consolidata nel corso degli anni all’insegna della promozione del territorio e delle sue peculiarità enogastronomiche, storiche e culturali.

La visita guidata di Palatium Vetus con l’antico “broletto”, la ghiacciaia e l’area museale, dove sono esposti i reperti venuti alla luce durante i lavori di restauro dell’edificio, coordinati dall’architetto di fama mondiale Gae Aulenti, permetterà di scoprire le origini e la storia di Alessandria.

Inoltre, il pubblico potrà ammirare la collezione d’arte della Fondazione esposta nelle sale al piano terreno del “broletto” e la mostra “Le contemporanee” allestita, pochi mesi orsono, nell’ottica di far conoscere ai visitatori una serie di opere che non sono mai state fruibili al pubblico perché collocate negli uffici o custodite nei caveaux della Fondazione stessa.

L’esposizione si snoda in un percorso a ritroso dagli anni Duemila al Novecento, presentando opere di artisti che per diverse ragioni sono stati importanti per Alessandria: Sandro Chia di cui la città conserva il monumento a Gagliaudo, Aldo Mondino, Marco Nereo Rotelli, fino ad arrivare a Mario Schifano e a Le Corbusier.


Ti potrebbero interessare anche:

SU