Notizie - 27 luglio 2022, 12:19

Fondazione Crt: 4,7 milioni per progetti a misura Onu

Massimo Lapucci e Giovanni Quaglia

Massimo Lapucci e Giovanni Quaglia

Dal contrasto al cambiamento climatico alla digitalizzazione nelle amministrazioni pubbliche, dal co-housing al potenziamento delle competenze del capitale umano: 366 nuovi progetti riceveranno complessivamente 4,7 milioni di euro dalla Fondazione CRT, che assegnerà i contributi alle istituzioni e agli enti non profit selezionati in base alle richieste “ordinarie”, ossia non rientranti in specifici bandi tematici.

Il sostegno della Fondazione CRT alle istituzioni e agli enti non profit è sempre più ‘a misura’ di Agenda 2030 delle Nazioni Unite e degli obiettivi di sviluppo sostenibile: valorizziamo i progetti che promuovono la salvaguardia dell’ambiente, l’inclusione sociale, la parità di genere, le competenze dei giovani per un futuro più green, digital ed equo”, affermano il presidente della Fondazione CRT, Giovanni Quaglia e il Segretario Generale Massimo Lapucci.

Per l’area Welfare e Territorio, Fondazione CRT ha deliberato 145 contributi per complessivi 1,5 milioni di euro. In particolare, in ambito volontariato la Fondazione CRT sostiene il progetto di welfare culturale rivolto agli anziani “Memoria d'annata!” dell’impresa cooperativa sociale Anteo di Biella e “Tohousing. Accoglienza e sviluppo comunitario territoriale”, progetto di sviluppo comunitario e di co-housing nato a Torino, nel “cuore” del quartiere Vanchiglia, su iniziativa dell’Associazione Quore: prima esperienza in Italia di questo genere, Tohousing intende abbattere i pregiudizi e accogliere le persone LGBTQI in difficoltà e in condizioni di estrema vulnerabilità, attivando percorsi di autonomia e di reinserimento sociale.

In ambito sviluppo del territorio, Fondazione CRT ha assegnato contributi al progetto “Premio Piemonte Innovazione & Sviluppo Next Generation 2022” “firmato” dalla sezione piemontese dell’Associazione Nazionale Comuni italiani: il riconoscimento nasce per incoraggiare e sostenere l’uso delle nuove tecnologie negli enti e nelle amministrazioni pubbliche dei territori e per rafforzare un rapporto partecipativo tra le istituzioni e le amministrazioni pubbliche locali, i cittadini e il mondo produttivo e imprenditoriale.

Tra i destinatari di contributo anche il progetto “Flor-Real” dell’associazione Società orticola del Piemonte: un vero e proprio Festival di tre giorni a Stupinigi, nel segno della sostenibilità e del rapporto tra piante e uomo; non solo fiori ma un palinsesto culturale ricco di ospiti e di iniziative che mette al centro del dibattito la Natura in tutte le sue forme.

Per l’Area Ricerca e Istruzione sono stati approvati 134 contributi per 2,4 milioni di euro: circa 1,4 milioni di euro agli enti del territorio e un milione di euro a sostegno degli atenei.

In particolare, in ambito educativo, la Fondazione CRT sostiene interventi per il potenziamento delle competenze di bambini e ragazzi di tutte le età, in ambito curriculare ed extra curriculare.

Particolare attenzione viene riservata ai corsi di eccellenza in ambito musicale svolti sul territorio, che attraggono professionisti e studenti da altre regioni e dall’estero. 

Per quanto riguarda la ricerca, la Fondazione CRT continua a sostenere il sistema degli atenei del Piemonte e della Valle d’Aosta: i contributi allo sviluppo di progetti di eccellenza dell’Università di Torino permettono a giovani scienziati di portare avanti la propria attività e, allo stesso tempo, contribuiscono all’avanzamento della conoscenza in numerosi campi del sapere (medico, farmacologico, clinico, biologico, veterinario, agrario, umanistico). In particolare, quest’anno il supporto è andato a numerosi progetti di ricerca finalizzati ad analizzare gli impatti del cambiamento climatico sull’economia e sul tessuto sociale e a identificare possibili soluzioni per mitigarne gli effetti.

Nel campo dell’Arte e della Cultura, la Fondazione CRT ha assegnato 87 contributi per oltre 816 mila euro destinati a festival cinematografici e culturali, premi, podcast.

Dall’Art site Fest di Torino, che propone un programma di eventi dedicato ai linguaggi della contemporaneità - arti visive, performance, reading, danza - in dimore storiche, musei, e castelli del Piemonte, a Creativamente Roero, iniziativa quest’anno incentrata sul tema della memoria, che valorizza i borghi storici del Roero coinvolgendo artisti nazionali e internazionali.

Ambiente e cambiamento climatico sono al centro di due iniziative che hanno ricevuto il sostegno della Fondazione CRT: il Premio Acqui Ambiente, tra i più prestigiosi premi letterari sulle tematiche ambientali, nato per sensibilizzare il pubblico sull’ecologia e la salvaguardia del Pianeta; il XXV Cervino CineMountain, il festival del cinema di montagna più alto d’Europa in programma a Cervinia e Valtournenche, quest’anno dedicato al mutamento climatico. Tra i vincitori anche il LieveFestival di Asti, manifestazione culturale che propone un dialogo “leggero” tra le diverse espressioni della creatività umana, ruotando attorno alle sei chiavi interpretative del XXI secolo “firmate” Italo Calvino: leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità, consistenza; il festival letterario della Città di Biella #fuoriluogo: una tre giorni di incontri gratuiti con oltre 50 ospiti e un programma dedicato al pubblico più giovane, #fuoriluogo Young; Scrittori&Giovani, il festival letterario internazionale di Novara e provincia che ha ospitato nomi come Pennac, Grossman, Sepúlveda, Adonis, Falcones, De Carlo, Giordano, Magris e che fa incontrare gli autori con il pubblico, a partire dai giovani; LetterAltura di Verbania, il festival della letteratura di montagna, viaggi, avventura che porta ospiti nazionali e internazionali sul “palco” del Lago Maggiore; il Festival Internazionale di Poesia Civile di Vercelli, ammesso alla UNESCO’s World Poetry Directory, l’unico festival italiano che riunisce le voci più significative di questo aspetto della poesia contemporanea.





Ti potrebbero interessare anche:

SU