Manager - 10 giugno 2022, 16:41

Neo "promossi": Angeletti, Raviola e Bellotti

A PAOLA ANGELETTI LA “MELA D'ORO” - EZIO RAVIOLA NELL'ESECUTIVO DELL'ACRI - ERNESTINA BELLOTTI SEGRETARIA UILCA PIEMONTE

Paola Angeletti

Paola Angeletti

A PAOLA ANGELETTI LA “MELA D'ORO”

Paola Angeletti, chief operating officer di Intesa Sanpaolo, è stata premiata con la «Mela d’Oro» della Fondazione Bellisario con la motivazione “il percorso professionale, gli importanti risultati raggiunti in un settore complesso, vitale e ostico come quello finanziario e degli istituti bancari rappresentano un esempio e un modello di competenza, determinazione e volontà da valorizzare e indicare con forza alle nuove generazioni”.

Paola Angeletti, nata a Jesi nel 1964, è responsabile del funzionamento della struttura organizzativa di Intesa Sanpaolo che conta oltre 95 mila persone ed è il più grande datore di lavoro privato in Italia. È fortemente impegnata nell’introduzione in banca di strumenti che favoriscano il merito e lo sviluppo professionale di chi lavora nel Gruppo, con particolare attenzione all’equità di genere, al rispetto delle diversità, alla conciliazione tra vita privata e lavorativa, al benessere sul luogo di lavoro.

Laureata con lode all’Università Bocconi, inizia come consulente nel settore del corporate finance e poi in una banca d’affari internazionale. In seguito, ricopre ruoli di crescente responsabilità nelle attività di finanza straordinaria in Mediocredito Lombardo, IntesaBci e Banca Intesa. Dal 1° gennaio 2020 è coo del gruppo Intesa Sanpaolo con responsabilità su Organizzazione, Risorse Umane, Relazioni Sindacali, Formazione, Comunicazione Interna e Sicurezza Fisica. Nel corso degli anni è stata componente del Consiglio di Amministrazione di alcune società del Gruppo attive nel settore del leasing, del credito al consumo e bancario. Attualmente è membro del Consiglio, del Comitato Esecutivo e del Casl di Abi.

Nato nel 1989 in ricordo della piemonese Marisa Bellisario, il Premio è un simbolo di eccellenza e merito che ogni anno viene assegnato alle donne che si sono distinte nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia e nel sociale a livello nazionale e internazionale.

EZIO RAVIOLA NELL'ESECUTIVO DELL'ACRI

Il cuneese Ezio Raviola è stato nominato quale rappresentante delle Fondazioni dell’area geografica Nord Ovest nel nuovo comitato esecutivo dell'Acri- Associazione di Fondazioni e Casse di risparmio, confermando per la Fondazione Crc di Cuneo, di cui è presidente, un ruolo di primo piano nel massimo organo dell’Associazione. “La nomina nel Comitato esecutivo dell’Acri conferma il grande valore del lavoro svolto dalla Fondazione Crc in questi anni, caratterizzato dall’attenzione alle necessità e alle aspirazioni delle nostre comunità e dallo stimolo a costruire progetti ampi, capaci di promuovere lo sviluppo e l’innovazione di tutto il territorio provinciale” ha commentato Ezio Raviola, che ha aggiunto “si tratta di un riconoscimento importante per la nostra Fondazione, chiamata a rappresentare le Fondazioni dell’area nord-ovest del Paese”. Il nuovo Comitato esecutivo di Acri è presieduto da Francesco Profumo, presidente della Fondazione Compagnia San Paolo.

ERNESTINA BELLOTTI SEGRETARIA UILCA PIEMONTE

Lo scorso 6 giugno, Ernestina Bellotti è stata riconfermata all’unanimità come Segretaria generale Uilca Piemonte. Al suo fianco per questo nuovo mandato la segreteria è composta da Giancarlo Anselmi, Alessandro Bellis, Andrea Chiesura, Beppe Coscia, Mauro Cuniberti, Stefano Grosso Campana, Massimo Pellegrino, Ornella Pisano. Tesoriere Lidia Matera.

Come spiegato nella relazione presentata a congresso dalla Segretaria generale, molte sfide attendono i lavoratori del comparto del credito, assicurativi ed esattoriali. Prima fra tante è quella legata al cambio epocale dell’organizzazione del lavoro che ha visto il ricorso all’uso dello “smart working” quale strumento per fronteggiare la fase emergenziale di pandemia, periodo che tutti ci auguriamo di aver ormai lasciato alle spalle.

Altrettanto importante sarà la lotta alla desertificazione dei servizi. “In Piemonte, in questo quadriennio – ha detto Ernestina Bellotti - abbiamo assistito a una riduzione continua degli sportelli bancari: siamo passati dai 47 sportelli per 100.000 abitanti del 2018 ai 41 nel 2021. Il totale degli sportelli nella nostra regione vede una flessione di 1.654 punti operativi”.


Ti potrebbero interessare anche:

SU