Curiosità | 29 maggio 2022, 12:15

Fondazioni piemontesi: avanzo di 432,2 milioni (+59%)

Giovanni Quaglia, presidente della Consulta delle Fondazioni bancarie del Piemonte e della Liguria

Giovanni Quaglia, presidente della Consulta delle Fondazioni bancarie del Piemonte e della Liguria

Ha superato gli 11 miliardi di euro il valore del patrimonio netto dell'insieme delle 11 Fondazioni di origine bancaria (Fob) del Piemonte. Al 31 dicembre scorso, infatti, è ammontato a 11,086 miliardi, mentre era di 10,976 miliardi alla stessa data di 12 mesi prima. Ma un incremento ben maggiore, l'anno scorso, le Fob piemontesi l'hanno conseguito in termini di redditività; complessivamente, infatti, il loro avanzo di gestione (utile netto) è stato di 432,193 milioni, 160 milioni in più rispetto al 2020 (+58,8%).

Tutte le 11 Fob piemontesi hanno chiuso il 2021 con un risultato economico nettamente superiore a quello dell'esercizio precedente. Ecco, per ogni fondazione l'avanzo dell'anno scorso (tra parentesi l'avanzo 2020): Compagnia di San Paolo 261.894.133 (156.359.802), Fondazione Crt 89.180.030 (55.314.557), Fondazione Crc di Cuneo 48.099.115 (41.062.147), Fondazione Cr Biella 9.706.371 (7.030.171), Fondazione Cr Tortona 6.893.903 (2.142.677), Fondazione Cr Asti 3.026.036 (1.585.931), Fondazione Cr Alessandria 7.003.520 (4.827.702), Fondazione Cr Vercelli 1.944.362 (1.832.784), Fondazione Cr Saluzzo 1.483.672 (927.166), Fondazione Cr Fossano 2.287.055 (834.785), Fondazione Cr Savigliano 674.743 (258.323).

In conseguenza del rispettivo avanzo di gestione, il patrimonio netto di tutte le fob è salito a poco meno di 6,209 miliardi per la Compagnia di San Paolo, a quasi 2,305 miliardi per la Fondazione Crt e a oltre 1,396 miliardi per la Fondazione Crc. Pluri milionari invece i patrimoni netti delle altre otto piemontesi: Biella 258.554.286, Tortona 219.948.744, Asti 214.950.319, Alessandria 212.109.955, Vercelli 118.497.571, Saluzzo 61.027.044, Fossano 55.264.594, 36.127.477 Savigliano.

Fra tutte, le Fob piemontesi nel 2021 hanno deliberato stanziamenti per più di 5 mila interteventi, per un totale di 255,5 milioni, dei quali 158,7 da parte della sola Compagnia di San Paolo, 54,3 da parte della Fondazione Crt e 24,8 da parte della fondazione di Cuneo. Biella ha deliberato stanziamenti per 4.249.644, Alessandria per 3.500.291, Asti per 2.489.688, Vercelli per 2.147.076, Tortona per 2.041.650, Fossano per 1.697.481, Saluzzo per 1.033.147, Savigliano per 435.486.

La redditiva dell'insieme delle 11 Fob piemontesi è risultata del 3,9% (rapporto tra l'avanzo di gestione e il patrimonio netto). Risultato al quale hanno contribuito in misura rilevante, in patricolare per le fondazioni di minori dimensioni, i ricchi dividendi derivanti dalle partecipazioni nella Cassa Depositi e Prestiti e nella Banca d'Italia.

La forte crescita degli avanzi di gestione, comunque, per molte Fob è stata determinata dai dividendi che le banche sono tornate a distribuire dopo il blocco dell'anno prima imposto dalle Autorità di vigilanza in funzione prudenziale. Con il consistente aumento dei proventi, inoltre, a far progredire fortemente il risultato di gestione è stato il generale contenimento dei costi, fenomeno in atto da tempo.

Diverse fondazioni piemontesi posseggono partecipazioni rilevanti: Compagnia di San Paolo in Intesa Sanpaolo (6,12%), Iren (3,31%), Cdp (1,61%), Banca d'Italia (1%): Fondazione Crt in Atlantia (4,54%), Unicredit (1,65%), Assicurazioni Generali (1,54%), Cdp (1,50%), Banco Bpm (1,80%); Fondazione Crc in Atlantia (0,27%), Autogrill (0,53%), Banca Sistema (4,42%), Intesa Sanpaolo (0,61%), Iren (0,85%), Cdp (0,746%); Fondazione Cr Biella in Banca di Asti (12,9%), banca della quale la Fondazione Cr Asti possiede il 31,80% e la Fondazione Cr Vercelli il 4,19. La Fondazione Cr Fossano ha il 76,92% dell'omonima banca conferitaria.

Ti potrebbero interessare anche: