Manager | 24 maggio 2022, 18:39

Elkann lascia la presidenza Exor all'indiano Banga

Il numero uno della famiglia Agnelli resta amministratore delegato - Nel cda entra Axel Dumas, ad di Hermès

John Elkann

John Elkann

John Elkann, il numero uno della famiglia Agnelli, ha ceduto la presidenza di Exor, la quotata a capo del gruppo, all'indiano Ajay Banga, manager con una lunga carriera negli Stati Uniti, dove ha fatto anche parte della Commissione nazionale per la cybersecurity sotto l’amministrazione di Barack Obama. Banga, che era entrato nel consiglio di Exor come amministratore non esecutivo un anno fa, ha lavorato in Nestlé, Pepsi, Citicorp e Mastercard, dove ha ricoperto il ruolo di presidente e ceo per oltre dieci anni. Attualmente è vice presidente del fondo d’investimento General Atlantic.

John Elkann, però, ha mantenuto l'incarico di amministratore delegato di Exor, controllata dalla holding della famiglia Agnelli, incarico che gli conferisce i pieni poteri esecutivi.

Un'altra novità emersa dall'assemblea di Exor, che ha approvato il bilancio e la distribuzione di un dividendo di 0,43 euro per azione, per complessivi 99 milioni, è l’ingresso di Axel Dumas, numero uno di Hermès e esponente della famiglia proprietaria della griffe parigina, nel consiglio di amministrazione. Dumas ha preso il posto di Joseph Bae, manager del fondo di private equity Kkr. Parigino, classe 1970, Axel Dumas rappresenta la sesta generazione alla guida di Hermès.

Exor, che controlla Ferrari, Cnh Industrial, Iveco Group, Juventus, Gedi (La Stampa, Repubblica, il Secolo XIX) ed è primo azionista anche di Stellantis e dell'Economist, negli ultimi anni ha rafforzato la propria presenza nel settore del lusso: ha anche una partecipazione nelle calzature parigine di Christian Louboutin e una quota di controllo in Shang Xia, griffe fondata dalla stilista di origine cinese Jiang Qiong Er e dalla stessa Hermès.

Ti potrebbero interessare anche: