Bandi & Concorsi | 12 aprile 2022, 09:02

Fondazione Cr Biella: via alle domande e al bando Sport+

Andrea Quaregna, Segretario generale Fondazione Cr Biella

Andrea Quaregna, Segretario generale Fondazione Cr Biella

Primavera di nuove opportunità per gli enti non profit locali ai quali la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella propone due nuove sessioni erogative e un bando. Si aprono, infatti, in contemporanea la Seconda sessione generale, la Seconda sessione eventi (entrambe con chiusura 30 settembre) e il “Bando sport +” (con scadenza il 9 giugno).

“Gli uffici della Fondazione – commenta il presidente Franco Ferraris - hanno lavorato intensamente in questi mesi per mettere a punto sia i bandi e le sessioni della normale attività sia i bandi straordinari per l’emergenza Ucraina ed energetica queste nuove aperture di linee erogative si sommano infatti a quelle già in essere e rafforzano il sostegno complessivo al Biellese in un momento di ripartenza segnato da nuove incognite”.

Per quanto riguarda Le Sessioni generali la Fondazione raccoglie le domande su iniziative che non rientrano nelle altre tipologie di intervento (bandi, progetti propri, coprogettazioni) direttamente elaborate e presentate da enti, riconoscendo a tali istanze un’oggettiva rilevanza in uno specifico ambito o per la promozione del territorio. La seconda sessione generale è relativa a progetti attivati dal 1° ottobre 2022 al 31 marzo 2023 mentre la Seconda sessione eventi riguarda gli eventi in programma sempre dal 1° ottobre 2022 al 31 marzo 2023.

La Sessione generale comprende interventi in tutte la aree di attività della Fondazione: Arte e cultura, welfare e territorio e Educazione e ricerca scientifica. Sono destinatari del bando soggetti che operino nel Biellese da almeno due anni quali enti pubblici, enti religiosi/ecclesiastici, associazioni, fondazioni e altri Enti senza scopo di lucro. Sono comunque escluse le persone fisiche in qualità di soggetti proponenti i progetti. Il contributo massimo erogabile per ogni singola richiesta presentata non potrà essere superiore a 10.000 euro.

La Sessione erogativa eventi è lo strumento della Fondazione che consente agli enti/associazioni di presentare specifiche richieste su eventi realizzati nelle aree Welfare e territorio e Educazione e ricerca scientifica. Il sostegno ad attività nell’Area Arte e Cultura è esclusa in quanto rientra in uno specifico bando. Il contributo massimo erogabile per ogni singola richiesta presentata non potrà essere superiore a 3.000 euro.

Tutte le informazioni relative alla presentazione delle domande in entrambe le sessioni sono disponibili sul sito della Fondazione.

La Fondazione Cr Biella ha aperto anche il bando “Sport+” nell’area “Educazione e Ricerca” per raggiungere i seguenti goals dell’agenda Onu 2030: “Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età”; “Ridurre le ineguaglianze all’interno e fra le Nazioni”; “Pace, giustizia e istituzioni forti”. Tutte le domande verranno valutate entro il 30 giugno 2022.

Il bando tiene conto della situazione di fragilità di ragazzi e giovani a causa della pandemia da Covid che ha ridotto gli spazi di socialità. Le stesse società sportive hanno vissuto negli ultimi due anni una situazione molto complessa sia dal punto di vista economico sia da quello gestionale, subendo in molti casi una forte riduzione degli iscritti.

“Lo sport da sempre ha un ruolo fondamentale nella crescita delle nuove generazioni ed è capace di alimentare dinamiche di gruppo e interazioni sociali di grande impatto educativo. Partendo da queste considerazioni e cercando di dare nuovi stimoli al mondo sportivo che ha un ruolo riconosciuto nel tessuto sociale locale, in una visione ricostruttiva delle dinamiche sociali del territorio post pandemia, la Fondazione Cr Biella – spiega il Segretario generale Andrea Quaregna - con il bando Sport+ intende sostenere chi supporta bambini e ragazzi attraverso l’attività sportiva incentivando buone pratiche che abbiano positive ricadute sulla educazione e sulla crescita delle fasce giovanili e più deboli”.

Il bando sostiene l’attività ordinaria e l’acquisto di attrezzature al fine di promuovere e valorizzare la pratica sportiva nella fascia di età 3-18 privilegiando in particolare: lo sport come fattore di aggregazione sociale e alternativa a una vita sedentaria e quale strumento per migliorare la salute e il benessere dei giovani; la partecipazione di bambini e giovani che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport, anche con riferimento a soggetti con disabilità e/o minori provenienti da contesti di disagio sociale; le azioni volte a rendere lo sport più sostenibile, accessibile e inclusivo; lo sport quale volano per ricostruire e riattivare relazioni e rapporti tra i coetanei; la capacità dello sport di accrescere il senso di comunità incentivando la collaborazione con altri soggetti che operano nel territorio di riferimento. Il contributo massimo erogabile non potrà essere superiore a 6.000 euro.



Ti potrebbero interessare anche: