Manager - 09 aprile 2022, 18:38

Tinexta aumenta i compensi al suo vertice

Nel 2021 all'ad Chevallard 882.197 euro, al presidente Salza 279.067 e al vice Ranalli 238.067

Pier Andrea Chevallard

Pier Andrea Chevallard

Per tante quotate del Nord Ovest il 2021 è stato un anno molto buono, come lo è stato per i loro azionisti e anche per i loro amministratori. Sono aumentati gli utili, i dividendi che le società si apprestano a distribuire e i compensi che gli apicali hanno già incassato. Nuove conferme arrivano dalle relazioni sulle remunerazioni, tra le quali quelle di Tinexta e della Sanlorenzo.

Per quanto riguarda Tinexta, l'anno scorso Pier Andrea Chevallard, l'amministratore delegato, ha ricevuto 882.197 euro, a fronte dei 530.333 del 2020, il presidente Enrico Salza ha avuto 279.067 euro (156.000 l'anno precedente) e il vice presidente Riccardo Ranalli 238.067 (120.800). A incrementare il suo compenso è stato anche il presidente della spezzina Sanlorenzo, il torinese Massimo Perotti la cui remunerazione 2021 è stata di 1.843.423, mentre aveva avuto 1.750.000 nel 2020.

Ed ecco le remunerazioni 2021 dei consiglieri di amministrazione piemontesi di Banca Sistema: Daniele Pittatore 79.160 euro, Marco Giovannini 69.160, Maria Leddi 49.600.  



Ti potrebbero interessare anche:

SU