Bandi & Concorsi | 08 aprile 2022, 09:02

Fondazione Cr Biella rilancia il bando Sos bollette

Franco Ferraris

Franco Ferraris

Oltre 320 domande in poche settimane: è questa la misura dell’urgenza e dell’efficacia di “SOS bollette”, l’iniziativa messa a punto da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in collaborazione con Uib e Caritas per dare una risposta immediata, concreta, alle famiglie locali in affanno con l’impennata dei costi delle bollette di gas e energia.

Due le linee di intervento urgenti attivate: la prima prevede lo stanziamento di 150.000 euro complessivi di cui 100.000 euro da parte della Fondazione Cr Biella e 50.000 euro da parte dell’Unione Industriale Biellese per supportare i lavoratori dipendenti o a partita Iva, residenti nella provincia di Biella, che, nonostante l’impiego, si trovano in difficoltà economiche a causa dei rincari: perché in cassa integrazione, part-time o sottoccupati; sulla base salariale (lavori bassa qualifica); su base famigliare (monogenitori, famiglie numerose mono reddito).

In particolare l’obiettivo è raggiungere 750 lavoratori in difficoltà erogando un contributo definito da criteri di priorità legati all’Isee, oltre a particolari condizioni come essere in cassa integrazione, vivere soli, essere un nucleo monogenitoriale.

Le domande sono state raccolte dallo Sportello Casa gestito dalla Coop Maria Cecilia (con le modalità già utilizzate nei precedenti interventi a sostegno della popolazione per l’emergenza Covid). Attraverso la piattaforma Biella Welfare sono stati attivati un numero di telefono dedicato e personale a disposizione dei richiedenti. Le erogazioni sono previste già in aprile.

Sono state 326 le domande pervenute per le quali è stata avviata la fase istruttoria con controllo dei requisiti e, a oggi, si stimano 320 domande accettate. Si tratta dunque di 64.000 euro immediatamente disponibili in aiuto di famiglie.

Rispetto alle categorie di cui si è data priorità si segnala: il 60% dei richiedenti ha un Isee compreso tra gli 8.266 e i 16.000 euro, solo 6 richieste arrivano da persone in cassa integrazione; il 15% delle richieste arriva da famiglie monogenitoriali, il 30% famiglie monoreddito, il 17% sono persone che vivono sole.

Vista la disponibilità di fondi si riaprirà il bando SOS bollette dal 12 aprile per un mese con la stessa modalità di richiesta www.sportellocasabiellese.org. Il nuovo regolamento prevede l'attribuzione di 20 punti a coloro che hanno un Isee tra i 12.001 e i 18.000 euro visto che i bonus previsti dal governo coprono la fascia fino ai 12.000 euro. E’ previsto, per tutto il periodo di apertura di questa seconda finestra, lo sportello telefonico di supporto all'accesso al bonus dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 15 al n. cell. 391-7694802. Il contributo è confermato in 200 euro fino ad esaurimento dei fondi.

Infine resta attiva la linea di intervento che ha messo a disposizione 75.000 euro (50.000 da Fondazione Cr Biella e 25.000 dalla Diocesi di Biella) da distribuire alle fasce più fragili attraverso la Rete di Prossimità di empori solidali e associazioni di volontariato. Caritas, sarà il soggetto attuatore dell’intervento nell’ottica di assegnare i contributi a associazioni ed enti del Terzo Settore per intervenire in modo puntuale sulle famiglie in difficoltà.

“A fronte di una situazione molto grave e improvvisa a causa dell’aumento dei costi delle bollette la Fondazione Cr Biella - commenta il Presidente Franco Ferraris – si è immediatamente attivata con l’intero territorio profit e no profit per portare soluzioni concrete al problema. L’ennesima prova di un territorio unito e non sfilacciato grazie alla collaborazione tra i partner Caritas, Uib e Fondazione Cr Biella”.


Ti potrebbero interessare anche: