Notizie | 28 gennaio 2022

Stellantis più le vendite in Cina e rimborsa 6,3 miliardi

Stabilimento cinese di Stellantis

Stabilimento cinese di Stellantis

Nel 2021, Stellantis ha rafforzato la sua posizione commerciale in Cina, ponendo solide basi per la sua espansione a lungo termine. “Fin dal primo giorno di Stellantis, abbiamo analizzato la situazione insieme ai nostri partner e ora stiamo finalizzando i nostri progetti per la Cina, che consideriamo un mercato strategico in termini di potenziale non ancora sfruttato”, ha affermato Grégoire Olivier, chief operating officer di Stellantis in Cina.

Dongfeng Peugeot Citroën Automobile (DPCA), la joint venture formata da Stellantis e dalla cinese Dongfeng Motor Corporation, nel 2021 ha venduto oltre 100.000 veicoli, più del doppio del volume delle vendite annuali del 2020. Grazie a questo risultato, per DPCA il 2021 è stato l’anno dell’inversione di tendenza. Degli oltre 100.000 veicoli venduti, circa 9.300 erano New Energy Vehicles (NEV), rendendo DPCA un contributore netto di crediti NEV e CAFC (Corporate Average Fuel Consumption) di Stellantis in Cina.

L’inversione di tendenza ha permesso un notevole miglioramento della situazione finanziaria di DPCA, creando le condizioni per la sua nuova strategia.

Per il marchio Jeep, nel 2021 l’iconico Wrangler ha registrato vendite record. Inoltre, la gamma di prodotti Jeep è risultata al primo posto nella sezione Apeal dello studio sull’affidabilità del veicolo ( e al secondo posto nello studio sulla qualità iniziale di JD Power tra i marchi mainstream in Cina. Nell’ambito dell’aftermarket indipendente, dopo un investimento iniziale nei distributori indipendenti di ricambi JianXin di Shanghai e United Auto Parts (UAP) dello Shandong nel 2018 e poi Longstar del Fujian nel 2019, ora Stellantis ha assunto il controllo di UAP, fondendo le tre realtà in un unico distributore nazionale integrato e creando il quarto maggiore distributore di ricambi in termini di fatturato nell’aftermarket indipendente cinese. Con una partecipazione del 53,5% nel nuovo distributore di ricambi integrato, Stellantis ha davanti a sé un notevole potenziale di crescita. Nel 2021, l’attività ha generato un fatturato di 176 milioni di euro nell’aftermarket indipendente in Cina.

Stellantis ha anche annunciato che la controllata Fca Italy e altre società italiane del Gruppo hanno rimborsato la linea di credito da 6,3 miliardi aperta con Intesa Sanpaolo. La linea di credito, stipulata a giugno 2020, è stata strutturata per supportare la ripartenza e la trasformazione del settore automobilistico italiano dopo l'epidemia di Covid-19 fornendo liquidità alle attività della società in Italia e ai suoi fornitori italiani. La linea è stata determinante per il riavvio della produzione industriale e ha fornito continuità a progetti di investimento chiave per fornire un futuro sostenibile al settore automobilistico in Italia. Stellantis ha rimborsato la linea in anticipo rispetto alla data di scadenza originaria di marzo 2023 continuando i suoi progetti di investimento. La linea ha beneficiato della garanzia per l’80% di Sace, l’agenzia italiana per il credito all’export, nell’ambito del Decreto Liquidità emanato dal Governo e sotto la supervisione del ministero dell’Economia e Finanze e del ministero dello Sviluppo Economico.

Ti potrebbero interessare anche: