Piazza Affari | 20 gennaio 2022

Nuova acquisizione della Pattern in Emilia

Luca Sburlati

Luca Sburlati

Pattern, quotata torinese fondata nel 2000 da Francesco Martorella e Fulvio Botto, tra i più importanti operatori nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento per i più prestigiosi marchi mondiali top di gamma, nel segmento sfilate e prime linee uomo e donna, ha sottoscritto un accordo d’investimento vincolante per l’acquisto del 100% di Zanni, società emiliana specializzata in prototipazione e produzione di maglieria di lusso, attraverso Stm, controllata (80%).

Luca Sburlati, ceo del gruppo Pattern, ha commentato: “L’ingresso del maglificio Zanni all’interno del gruppo Pattern è una conferma del percorso di crescita intrapreso: il polo italiano della progettazione del lusso mira ad aggregare le migliori competenze italiane in un percorso di lungo periodo di tipo assolutamente industriale. Abbiamo quindi scelto di investire ulteriormente in un segmento, quello della maglieria, che per caratteristiche di prodotto ha performato e continua a farlo nonostante il periodo complesso che il settore sta vivendo”.

Francesco Martorella e Fulvio Botto, fondatori e azionisti di maggioranza di Pattern, aggiungono: “Il maglificio Zanni rappresenta un’eccellenza nell’utilizzo della tecnologia seamless a livello internazionale applicata alla maglieria, capacità di progettazione e industrializzazione di alto profilo, esattamente come ciascuna azienda del gruppo Pattern nel proprio settore. Riteniamo questa scelta strategica poiché investire nelle competenze tecniche legate all’innovazione di prodotto nel lusso e alla sostenibilità, rappresenterà sul lungo periodo la vera chiave di svolta del Made in Italy”.

Pattern continua, quindi, il percorso strategico iniziato nel 2017 con l’acquisizione di Roscini Atelier in Umbria, confermato poi nel 2019 con l’entrata del gruppo nel settore della maglieria di lusso grazie all’acquisto dell’80% della società emiliana Smt e, nel 2021, con l’ingresso nel terzo settore del fashion luxury – quello della pelletteria di lusso - grazie all’acquisizione di Idee Partners. L’accordo di investimento prevede l’acquisto da parte di Pattern, tramite Smt, del 100% del capitale di Zanni direttamente dai due soci fondatori Marco e Mauro Zanni. Il prezzo concordato è di 4, 3 milioni. Fra l'altro, l’accordo prevede la nomina di Mauro Zanni quale amministratore delegato della Zanni sino alla data dell’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2024.

La Zanni, con oltre 60 anni di attività, rappresenta un’eccellenza nella progettazione di maglieria senza cuciture. Secondo le stime, ha chiuso il 2021 con un valore della produzione di circa 2,4 milioni, un ebitda di circa mezzo milione e una posizione finanziaria netta positiva per 1,3 milioni.

Ti potrebbero interessare anche: