Notizie | 18 gennaio 2022, 10:21

Indagine Fondazione Crc sulle aree montane cuneesi

Indagine Fondazione Crc sulle aree montane cuneesi

La Fondazione Crc di Cuneo, per dare piena realizzazione agli obiettivi individuati nel Piano Pluriennale 2021-2024 +Sostenibilità +Comunità +Competenze, promuoverà nei prossimi mesi un insieme di progettualità sulle aree interne e montane della provincia di Cuneo. Le iniziative intendono migliorare il benessere della comunità e fornire supporto alle iniziative di cambiamento virtuoso dal punto di vista sociale, economico e ambientale: le azioni promosse si rivolgeranno alle vallate cuneesi e coinvolgeranno, in particolare, la popolazione dei comuni con meno di 5 mila abitanti.

Per definire al meglio il campo di intervento, la Fondazione Crc, in collaborazione con Uncem e QuestLab, promuove un’indagine conoscitiva rivolta ai residenti nei comuni delle vallate cuneesi con età compresa tra i 25 e i 40 anni, per raccogliere il giudizio sulla vivibilità e sulle prospettive di sviluppo economico e sociale delle aree interne e montane. Il questionario si rivolge ai giovani e alle famiglie che vivono in questi luoghi, che rappresentano i potenziali beneficiari e fruitori di servizi e allo stesso tempo gli attivatori di un possibile cambiamento, in quanto portatori di nuove istanze, risorse e competenze. Il questionario è disponibile alla pagina https://vallicuneesi.fondazionecrc.it e sarà possibile compilarlo fino a metà febbraio 2022.

“In una provincia come la nostra, dove la metà della superficie è montuosa e oltre il 60% dei Comuni si trova in territorio montano, la Fondazione Crc – ha spiegato il vice presidente Ezio Raviola - da tempo promuove iniziative che guardano alla montagna e alle aree interne non come problema, ma come risorsa e luogo in cui, in particolare negli ultimi anni, si sono sperimentati percorsi di rivitalizzazione, reinsediamento e innovazione. Proprio a partire da questa consapevolezza, abbiamo deciso di promuovere un’indagine, che si rivolge in particolare a giovani e famiglie e che speriamo possa vedere una partecipazione molto ampia da parte del territorio. A partire dai dati che emergeranno sarà possibile costruire al meglio una serie di interventi innovativi in programma già nei prossimi mesi”. "

A sua volta, Roberto Colombero, presidente della delegazione piemontese dell'Uncem ha detto: “Siamo certi che questa indagine potrà offrire strumenti conoscitivi, importanti, sulla montagna, che non è più 'il mondo dei vinti', bensì luogo vitale che fa crescere il Cuneese, il Piemonte, il Paese. Occorre definire politiche e occasioni concrete di supporto per chi vive e per chi vuole vivere nelle zone montane. Per questo la Fondazione, con quest'indagine e con altri progetti, fa un lavoro importante che apre strade nuove esemplari a livello nazionale”.

Il supporto operativo alla rilevazione è curato dalla società Questlab srl, partner tecnico scelto dalla Fondazione Crc, che garantisce la riservatezza delle informazioni raccolte, elaborate e che successivamente saranno presentate in forma esclusivamente aggregata e anonima.

Ti potrebbero interessare anche: