Piazza Affari | 14 gennaio 2022, 20:33

Borsa: Intesa Sanpaolo sfugge all'Orso (+4,5%)

Borsa: Intesa Sanpaolo sfugge all'Orso (+4,5%)

Ha prevalso l'Orso nella settimana borsistica appena passata, chiusa con l'indice Ftse Mib a 27.544 punti, a fronte dei 27.618 di venerdì 7. Il listino del Nord Ovest evidenzia che a terminare le negoziazioni in rialzo rispetto a sette giorni prima sono state state 19 quotate, mentre tre hanno finito in parità (Dea Capital, Fidia e Ki Group) e le restanti 24 in ribasso. Tra queste ultime spiccano Basicnet (da 6,14 a 5,80 euro), Diasorin (da 154,80 a 144,10 euro), Erg (da 27,56 a 25,66 euro), Ferrari (da 225,10 a 213,40 euro), Iren (da 2,638 a 2,598 euro), Juventus (da 0,358 a 0,343 euro), Reply (da 160,50 a 155,80 euro) e Tinexta (da 35,20 a 31,14 euro).

Invece lo società del Nord Ovest che hanno visto un incremento del valore delle loro azioni nell'ultima settimana borsistica sono Autogrill, Bim, Buzzi Unicem, Cairo Communication, Cnh Industrial, Compagnia dei Caraibi, Directa Sim, Eviso, Exor, Intesa Sanpaolo, Italgas, Italia Independent, Iveco Group, Mit Sim, Rcs MediaGroup, Renergetica, Sanlorenzo, Sogefi e Stellantis,

Per quanto riguarda specificatamente le blue chip del Nord Ovest, hanno evidenziato un calo rispetto al venerdì precedente la Ferrari, controllata da Exor e presieduta da John Elkann e Diasorin. Al contrario, il confronto settimanale risulta positivo per Buzzi Unicem (da 19,29 a 19,605 euro), Cnh Industrial (da 14,255 a 14,405 euro), Exor (da 77,46 a 77,90 euro), Intesa Sanpaolo (da 2,4515 a 2,562 euro), Italgas (da 5,77 a 5,898 euro) e Stellantis (da 18,002 a 18,974).

In particolare, l'incremento settimanale di Intesa Sanpaolo, che ha come principale azionista la Fondazione Compagnia di San Paolo, è stato del 4,5%.

Ti potrebbero interessare anche: