Notizie | 29 novembre 2021

Risparmio gestito, a ottobre raccolti 6,4 miliardi

La raccolta netta del gruppo Intesa Sanpaolo è stata di 2,697 miliardi, cifra che ha portato a 542,731 miliardi il valore del patrimonio gestito, rafforzando la sua leadership nazionale

Risparmio gestito, a ottobre raccolti 6,4 miliardi

Decimo mese consecutivo di raccolta positiva per l’industria del risparmio gestito che a ottobre ha totalizzato flussi netti positivi per 6,4 miliardi di euro, di cui 3,4 miliardi entrati nelle gestioni collettive e 3 nelle gestioni di portafoglio. Questo dato si confronta con la raccolta di 2,9 miliardi di ottobre 2020 e con i 31 milioni del mese precedente.

“Il risultato di ottobre – ha sottolineato Assogestioni, l'associazione nazionale degli operatori del settore - porta il dato provvisorio sulle sottoscrizioni nette da inizio anno a superare i 76 miliardi e il patrimonio gestito a 2.560 miliardi, grazie all'effetto combinato della raccolta e dell'attività di gestione”.
Il 52% degli asset gestiti dall’industria è allocato nelle gestioni collettive (1.324 miliardi) con il patrimonio dei fondi aperti che ha messo a segno un nuovo massimo storico a 1.249 miliardi. In termini di raccolta, i fondi di lungo termine hanno attirato 4,9 miliardi di sottoscrizioni, spinti dai flussi entrati nei fondi azionari (+2,5 miliardi), nei bilanciati (+1,8 miliardi) e nei flessibili (+775 milioni). Alle gestioni di portafoglio fanno riferimento il restante 48% delle masse (1.236 miliardi).

Per quanto riguarda gli operatori, Assogestioni, per ottobre ha attribuito al gruppo Intesa Sanpaolo la raccolta netta di 2,697 miliardi, cifra che ha portato a 542,731 miliardi il valore del patrimonio gestito al 31 ottobre. Così, il gruppo che ha come principale azionista la Fondazione Compagnia di San Paolo, si è confermato al primo posto sia per la raccolta netta in ottobre (la raccolta netta di Eurizon è stata di 1,687 miliardi e di 1,010 miliardi quella di Fideuram) sia per patrimonio gestito con la quota del 21,8% del mercato italiano.

Il gruppo guidato da Carlo Messina ha staccato ulteriormente il gruppo Generali, che a ottobre ha avuto una raccolta netta negativa per 1,201 miliardi (differenza tra nuove sottoscrizioni e recessi), mantenendo comunque saldamente la seconda posizione nella classifica per patrimonio gestito dall'inizio dell'anno con 521,266 miliardi, pari al 21% del totale nazionale.

In questa graduatoria al terzo posto si trova Amundi Group con 216,696 miliardi la sua raccolta netta nel mese scorso è stata di 460,7 milioni), al quarto Azimut Holding con 199,980 miliardi e quota dell'8,7% (511,7 milioni la raccolta netta di ottobre ) e al quinto Poste Italiane con 109,471 miliardi (raccolta netta di 1,102 miliardi).

Il Piemonte vanta altri tre operatori: Sella, che al 31 ottobre evidenza un patrimonio gestito di 10,137 miliardi (è trentunesimo con la quota dello 0,4%) e in ottobre ha registrato una raccolta netta di 70,1 milioni; il gruppo Ersel, 33.o con patrimonio gestito pari a 7,631 miliardi (nel mese scorso ha registrato una raccolta netta è stata di 36,3 milioni) e il gruppo Bim-Banca Intermobiliare, 42.o con patrimonio gestito pari a 1,240 miliardi.

Ti potrebbero interessare anche: