Piazza Affari | 16 novembre 2021

Renergetica: aumento gratuito pro dipendenti

Renergetica: aumento gratuito pro dipendenti

L’assemblea degli azionisti di Renergetica, quotata genovese operante nello sviluppo di progetti da fonti rinnovabili, sotto la presidenza dell’amministratore delegato Arnau Noguer Rosa Maria, ha approvato un piano di incentivazione dei dipendenti e il relativo aumento gratuito di capitale. Basato su stock grant, il piano costituisce uno strumento di incentivazione, fidelizzazione e attrazione dei dipendenti e mira in particolare a: legare la remunerazione delle risorse all'effettiva creazione di nuovo (e diretto) valore per la società nel medio periodo; allineare gli interessi dei dipendenti a quelli degli azionisti e investitori; introdurre politiche di retention e di attraction volte a fidelizzare e attrarre le risorse e a incentivare la durata del loro rapporto con la società.

L'incentivo consiste nell'assegnazione gratuita, a ciascun beneficiario, di 550 azioni ordinarie Renergetica per ogni progetto di impianto fotovoltaico concluso entro la "data target”, ossia ogni progetto che abbia ottenuto la "Autorizzazione Unica” entro 24 mesi dalla firma del contratto preliminare del terreno su cui verrà realizzato l'impianto. L'incentivo si riduce progressivamente nei sei mesi successivi alla data target (500 azioni entro il primo mese, 450 azioni entro il secondo, 350 azioni entro il terzo, 250 azioni entro il quarto, 150 azioni entro il quinto, 50 azioni entro il sesto) per azzerarsi una volta trascorsi 180 giorni dalla data target. Le azioni verranno assegnate, senza che siano previsti periodi di lock-up per le azioni assegnate, due volte all’anno a fine aprile e fine ottobre, a partire dal 2022 e fino al 30 aprile 2027.

Per dare esecuzione al piano di stock grant, l’assemblea ha deliberato, l’effettuazione di un aumento gratuito di capitale, con esclusione del diritto di opzione, per un importo di massimi 110.583 euro, corrispondenti a massime 808.610 azioni ordinarie. L’aumento gratuito verrà eseguito mediante parziale utilizzo della riserva disponibile costituita dagli utili portati a nuovo, ammontante a 242.500 euro al 31 dicembre 2020. L’entità massima dell’aumento di capitale corrisponde al 10% dell’attuale capitale sociale ordinario e, qualora realizzato interamente, comporterebbe una diluizione degli attuali azionisti del 9,1% circa.

Ti potrebbero interessare anche: