Piazza Affari | 13 novembre 2021

Borsa: nuovi record di Reply e Cnh Industrial

Borsa: nuovi record di Reply e Cnh Industrial

Settimana con più Orsi che Tori, quella appena passata in Piazza Affari. Delle 43 quotate che, per diversi motivi, vengono considerate del Nord Ovest, soltanto 15 hanno presentato, venerdì scorso, un prezzo superiore a quello di sette giorni prima. Le azioni di due di queste, però, nonostante la piattezza del mercato (l'indice Ftse Mib è rimasto intorno ai 27.000 punti), hanno toccato il rispettivo massimo storico. Si tratta di Cnh Industral e di Reply.

Infatti, l'ultimo prezzo di Cnh Industrial è stato di 16,25 euro. La società controllata da Exor è stata premiata dagli investitori in seguito alla scissione delle attività di Iveco, che diventa un'impresa autonoma e che sarà quotata dall'inizio dell'anno prossimo (gli azionisti di Cnh Industrial riceveranno gratuitamente un'azione di Iveco Group ogni cinque azioni Cnh Industrial possedute). L'iniziativa di Exor è piaciuta al mercato.

Quanto a Reply, controllata e guidata dalla famiglia Rizzante di Torino, ha terminato la settimana a 182,30 euro, nuovo record e cifra che attribuisce alla società la capitalizzazione di 6,820 miliardi.

Comunque, le altre 13 quotate del Nord Ovest che hanno registrato un rialzo dei loro titoli nell'ultima settimana di Borsa sono Bim-Banca Intermobiliare (0,0366 euro da 0,0318 del 5 novembre), Basicnet (5,15 euro da 5,01), Buzzi Unicem (20,65 da 11,96), Cairo Communication (2,11 da 1,90), Centrale del Latte d'Italia (3,54 da 3,47), Conafi (0,294 da 0,293), Diasorin (188 da 182,5), Erg (30,76 da 30,70), Matica Fintec (2,90 da 2,77), Orsero (11,45 da 9,66), Pininfarina (1,02 da 0,982), Prima Industrie (19,50 da 19,20). Rcs MediaGroup (0,843 da 0,731).

In parità hanno chiuso Dea Capital (1,34 euro), Italia Independent (1,40) e Confinvest (2,82 euro). Tutte le altre quotate del Nord Ovest hanno invece chiuso con un ribasso.

Ti potrebbero interessare anche: