Notizie | 26 ottobre 2021

Reddito di cittadinanza, in calo i percettori

Reddito di cittadinanza, in calo i percettori

Calano, nelle tre regioni del Nord Ovest, i nuclei familiari percettori di reddito/pensione di cittadinanza. A fine settembre sono risultati poco più di centomila (per la precisione 100.199), oltre 2mila in meno rispetto a 30 giorni prima. Alla fine del mese scorso, infatti, l'Inps ne ha censiti 72.768 in Piemonte (erano 74.204 alla fine di agosto), 26.387 in Liguria (26.855) e 1.044 in Valle d'Aosta (1.078). Si è ridotto anche il numero delle persone coinvolte dalla misura di sostegno: da 196.255 a 191.801 nell'intero Nord Ovest (sono risultate 140.876 in Piemonte, 48.993 in Liguria e 1.932 in Valle d'Aosta).

Ed ecco, per singola provincia, il numero di nuclei beneficiari di reddito/pensione di cittadinanza in settembre (tra parentesi il numero di persone coinvolte): Alessandria 7.504 (14.382), Asti 3.336 (6.777), Biella 2.444 (4.779), Cuneo 5.191 (10.110), Novara 4.814 (10.362), Torino 44.974 (85.731), Verbania 1.643 (2.837), Vercelli 2.862 (5.897); Genova 14.759 (26.270), Imperia 4.704 (9.242), La Spezia 2.743 (5.746), Savona 4.381 (8.205). Tutte le province hanno evidenziato una diminuzione dei beneficiari.

Nei primi nove mesi, sono risultati 78.205 i nuclei familiari del Nord Ovest che hanno richiesto il reddito o la pensione di cittadinanza e 130.458 quelli che l'hanno percepito: 93.544 in Piemonte (importo medio mensile di 514,54 euro), 35.446 in Liguria (492,86 euro) e 1.468 in Valle d'Aosta (418,26 euro)..

Già ad agosto, le tre regioni del Nord Ovest avevano fatto registrare una frenata delle richieste di reddito/pensione di cittadinanza da parte di nuclei familiari. Rispetto al mese prima, infatti, erano aumentate di 2.981, mentre a luglio erano cresciute di 6.474 rispetto a giugno.

Ti potrebbero interessare anche: