Notizie | 22 ottobre 2021

Stellantis: 30 miliardi nell'elettrico entro il 2025

Carlos Tavares

Carlos Tavares

Stellantis e Samsung Sdi hanno annunciato che le rispettive aziende hanno stipulato un memorandum d'intesa per la creazione di una joint venture mirata alla produzione di celle e moduli batteria per il Nord America. Il nuovo impianto di batterie, il cui avvio è previsto per il 2025, mira ad avere inizialmente una capacità di produzione annuale di 23 gigawattora, con la possibilità di portarla fino a 40 gigawattora in futuro.

“Con i prossimi impianti di batterie che apriranno i battenti a breve, saremo ben posizionati per competere e infine conquistare il mercato nordamericano dei veicoli elettrici”, ha dichiarato Carlos Tavares, ceo di Stellantis. Che ha aggiunto: “La nostra strategia di collaborazione con partner altamente qualificati migliora la velocità e l'agilità, caratteristiche necessarie per progettare e realizzare veicoli sicuri, accessibili e sostenibili, in grado di soddisfare nel dettaglio le esigenze dei clienti. Desidero ringraziare tutti i team che stanno lavorando a questo investimento fondamentale per il nostro futuro collettivo.”

Stellantis è a un buon punto nel processo che punta ad assicurare la capacità annuale necessaria per la produzione di batterie per veicoli elettrici. L’obiettivo è di portare le vendite di veicoli elettrificati negli Stati Uniti a oltre il 40% del totale entro il 2030. Gli impianti di produzione soddisferanno la domanda di batterie degli stabilimenti di assemblaggio Stellantis negli Stati Uniti, in Canada e in Messico per l'installazione sui veicoli elettrici di prossima generazione, che vanno dagli ibridi plug-in ai veicoli full electric a batteria, venduti nell’ambito del portfolio di marchi Stellantis.

Stellantis prevede di investire oltre 30 miliardi di euro entro il 2025 nell’elettrificazione e nello sviluppo software, puntando a mantenere il 30% di efficienza in più rispetto alla media del settore nel rapporto tra la spesa totale di R&S e in conto capitale rispetto ai ricavi. L’ubicazione della nuova struttura è attualmente in fase di analisi. La transazione è soggetta all’accordo sulla documentazione definitiva e alle consuete condizioni di chiusura, incluse le approvazioni normative

Ti potrebbero interessare anche: