Notizie | 13 ottobre 2021

Il mercato torinese dell'auto crollato del 41%

Il Mirafiori Village a Torino

Il Mirafiori Village a Torino

Grande crollo del mercato automobilistico torinese, nel mese appena passato. Nella provincia dell'ex capitale italiana delle quattroruote, infatti, a settembre sono state immatricolate meno di 4.000 vetture nuove (per la precisione 3.936), mentre erano state 6.667 nello stesso periodo dell'anno scorso. La perdita di Torino è del 41%, superiore non soltanto a quella media nazionale (-32,7%), ma anche del Piemonte nel suo complesso (-37%) e dell'intero Nord Ovest (-28,6%).

Nelle tre regioni, a settembre, sono state registrate 14.093 immatricolazioni (14.093 nello stesso mese del 2020), delle quali 7.675 in Piemonte (12.180), 2.150 in Liguria (3.249) e 4.268 in Valle d'Aosta (4.302).

Ecco, in particolare per provincia, le relative vendite nel mese scorso e, tra parentesi, nel settembre dell'anno scorso: Alessandria 707 (1.046), Aosta 4.268 (4.302), Asti 335 (466), Biella 306 (517), Cuneo 1.181 (1.647), Genova 1.145 (1.735), Imperia 196 (355), La Spezia 416 (549), Novara 645 (1.029), Savona 393 (610), Torino 3.936 (6.667), Verbania 261 (375), Vercelli 3014 (367).

Tornando al mercato torinese, che in passato è stato il maggiore in Italia, la disaggregazione dei dati mostra che Fiat ha venduto 625 vetture (1.568 nel settembre 2020), Volkswagen 302 (460), Toyota-Lexus 267 (358), Dacia 265 (238), Renault 257 (359), Jeep-Chrysler 248 (612), Ford 217 (364), Lancia 192 (339), Peugeot 153 (343), Hyundai 152 (162), Kia 145 (148), Suzuki 144 (203), Citroe-Ds 133 (221), Opel 100 (172).

Più di 50 vetture hanno venduto, il mese scorso, anche: Bmw 84 (134), Nissan 77 (84), Audi 75 (120), Mercedes 70 (135), Dr 58 (39), Alfa Romeo 57 (135).

Ti potrebbero interessare anche: