Piazza Affari | 05 ottobre 2021

Quotate, i vertici puntano sulla ripresa

Pietro Buzzi, Ubero Fornara (Cairo Communication) e Riccardo Preve (Banca Ifis) acquistano azioni delle società di cui sono amministratori apicali

Pietro Buzzi, amministratore delegato Buzzi Unicem

Pietro Buzzi, amministratore delegato Buzzi Unicem

Nei giorni scorsi, quando in Piazza Affari ha prevalso l'Orso e quindi sono stati registrati cali delle quotazioni, diversi amministratori apicali, convinti dei valori delle società che guidano, delle loro potenzialità e, perciò, della ripresa dei rispettivi titoli, hanno messo mano al portafogli e hanno comprato, segnalando gli acquisti alla Consob e alla Borsa. Tra i piemontesi che hanno investito nella loro quotata si è distinto, per l'entità degli acquisti, Pietro Buzzi, amministratore delegato della Buzzi Unicem e presidente della Presa. Fra l'altro, ancora ieri, 4 ottobre, Pietro Buzzi ha comprato altre 30.000 azioni Buzzi Unicem, a 19,4766 euro l'una.

Pochi giorni prima è stato il novarese Uberto Fornara a comprare azioni della società della quale è amministratore delegato, la Cairo Communication, quotata che fa capo a Urbano Cairo e che controlla Rcs MediaGroup (Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport). Fornara ha acquistato 10.000 azioni della Cairo Communication, a 1,698 euro l'una, il 30 settembre e altre 7.736, a 1,724 euro, l'1 ottobre.

Anche il cuneese Riccardo Preve, tra i maggiori azionisti di Banca Ifis, sta comprando titoli della società della quale è, fra l'altro, consigliere di amministrazione. Lo ha fatto nella settimana scorsa e pure ieri, quando ha acquistato 5.000 azioni al prezzo medio di 16,4759 euro.

Intanto oggi, 5 ottobre, a Piazza Affari è tornato il Toro: l'indice Ftse Mib è tornato a sfiorare i 26.000 punti, guadagnando l'1,95%. Banca Ifis ha chiuso a 16,96 euro, Cairo Communication a 1,738 e Buzzi Unicem a 19,475.


Ti potrebbero interessare anche: