Piazza Affari | 28 settembre 2021

Girardi e Taioli ad Cdr Advance Capital

Fos: utile netto +43% nel semestre - Compagnia dei Caraibi, risultati raddoppiati

Mauro Girardi, ad Cdr Advance Capital

Mauro Girardi, ad Cdr Advance Capital

RUINI NUOVO PRESIDENTE CDR ADVANCE CAPITAL

Nell’ambito del processo finalizzato alla ridefinizione del business di CdR Advance Capital, società biellese, quotata da tempo sospesa, ha rinnovato il Consiglio di amministrazione. Sulla base dell’unica lista presentata dall’azionista Dama, l’assemblea all’unanimità ha chiamato a formare l'organo Stefano Taioli, Mauro Girardi, Lisa Vascellari Dal Fiol, Giorgio Ruini, Andrea Novello attribuendo loro un compenso complessivo annuo 50.000 euro. Il Cda ha poi provveduto a nominare Giorgio Ruini presidente, Stefano Taioli e Mauro Girardi amministratori delegati.

In sede straordinaria l’assemblea, sempre all’unanimità, ha poi deliberato: l’attribuzione al Cda la delega ad aumentare a pagamento in una o più volte, entro cinque anni, il capitale sociale, per l'importo complessivo massimo di 20 milioni, comprensivo del sovrapprezzo, oltre alla delega ad emettere, per il periodo massimo dei cinque anni successivi e anche con esclusione del diritto di opzione, obbligazioni convertibili in Azioni A per un importo massimo di 50 milioni, con conseguente aumento del capitale sociale a servizio della conversione. Inoltre, ha deliberato la riduzione, mediante raggruppamento, del numero delle azioni di categoria A e B; sulla base di un rapporto 1:1000 comunque entro il 31 dicembre 2021.

FOS: UTILE NETTO +43% NEL SEMESTRE

Il Consiglio di amministrazione della genovese Fos ha approvato il bilancio consolidato al 30 giugno 2021: il valore della produzione è stato di 8,6 milioni (+49% rispetto allo stesso periodo 2020), l'ebitda di 1,5 milioni (+43%) e l'utile netto di 0,5 milioni (+43%). La posizione finanziaria netta al 30 giugno è positiva per 2,1 milioni, in miglioramento rispetto al 31/12/2020 quando era di 1,6 milioni. Fos è una pmi di consulenza e ricerca tecnologica, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la pubblica amministrazione. E' quotata al segmento Aim Italia di Borsa Italiana.

COMPAGNIA DEI CARAIBI, RISULTATI RADDOPPIATI

Compagnia dei Caraibi, azienda torinese leader nell’importazione, sviluppo, brand building e distribuzione di distillati, vini e soft drink di fascia premium e ultra premium da tutto il mondo,

nel primo semestre ha registrato ricavi per 15 milioni (+91,7% rispetto allo stesso periodo 2020), l'ebitda è stato di 1,26 milioni (+131%) e l'utile netto di 0,53 milioni in crescita del 116,2%. La posizione finanziaria netta al 30 giugno risulta pari a 3,45 milioni, in riduzione di 0,54 milioni rispetto al 31 dicembre 2020.

Edelberto Baracco, presidente e ceo di Compagnia dei Caraibi, ha dichiarato, fra l'altro: “ Abbiamo chiuso un semestre con risultati sorprendenti, anche al netto dell’impatto che il Covid-19 ha impresso nel 2020. Nei mesi di luglio e agosto abbiamo raggiunto risultati importanti sia sul canale on-trade, sia sul canale off-trade che ci proiettano verso una fine dell’anno estremamente positiva, anche in virtù dell’importanza che i mesi estivi edil periodo natalizio rappresentano abitualmente per la società in termini di generazione ricavi e risultati economici. L'ingresso in Borsa e, nello specifico, sul mercato Aim Italia rappresenta un ulteriore acceleratore per i nostri ambiziosi progetti di crescita, rafforzando la nostra identità sul mercato nazionale e internazionale”



Ti potrebbero interessare anche: