Piazza Affari | 27 settembre 2021

Notizie in breve da quotate del Nord Ovest

PARTNERSHIP CREATIVA EXOR-FERRARI-LOVEFROM; PATTERN: PRIMO SEMESTRE MOLTO POSITIVO; RENERGETICA RALLENTATA DALLA PANDEMIA

John Elkann, presidente e ad Exor

John Elkann, presidente e ad Exor

PARTNERSHIP CREATIVA EXOR-FERRARI-LOVEFROM

Exor, holding controllata dalla famiglia Agnelli e Ferrari, controllata da Exor, hanno annunciato una collaborazione pluriennale con Sir Jony Ive e Marc Newson del collettivo creativo LoveFrom. La prima espressione di questa nuova partnership unirà l'eccellenza della Ferrari con l'esperienza e la creatività di LoveFrom, che ha definito prodotti straordinari. Oltre alla collaborazione con Ferrari, LoveFrom esplorerà una serie di progetti creativi con Exor nel business del lusso. Sir Jony Ive entrerà a far parte del Partners Council di Exor, forum annuale per condividere idee ed esplorare potenziali opportunità di business.

Commentando la partnership con LoveFrom, John Elkann, presidente e amministratore delegato di Exor e presidente di Ferrari, ha dichiarato:

Nel costruire grandi aziende, crediamo anche nella costruzione di grandi partnership. Subito dopo la fondazione di LoveFrom, abbiamo iniziato a parlare con Jony e Marc delle opportunità di combinare la loro creatività di fama mondiale con la nostra, in modi complementari e incrementali. La Ferrari rappresenta una prima, emozionante opportunità per fare grandi cose insieme mentre costruiamo il nostro futuro. Sono anche lieto che Jony si unisca al nostro Partners Council, dove non vediamo l'ora di beneficiare delle sue prospettive di valore unico".

PATTERN: PRIMO SEMESTRE MOLTO POSITIVO

Pattern, quotata torinese fondata nel 2000 da Francesco Martorella e Fulvio Botto, tra i più importanti operatori nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento per i più prestigiosi marchi mondiali top di gamma, nel segmento sfilate e prime linee uomo e donna, ha chiuso il primo semestre con ricavi pari a 31,1 milioni di euro (+ 26,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso), con l'ebitda di 3,4 milioni (+36,4%) e l'utile netto di gruppo di 1,2 milioni (+14%). Al 30 giugno, la posizione finanziaria netta è risultata positiva per 5 milioni, in netto miglioramento rispetto ai 3,9 milioni alla stessa data 2020.

RENERGETICA RALLENTATA DALLA PANDEMIA

Il Consiglio di amministrazione della genovese Renergetica, operante nello sviluppo di progetti a fonti rinnovabili sul mercato internazionale equotata sul mercato Aim Italia, ha approvato la semestrale consolidata al 30 giugno: il valore della produzione è stato pari 5,32 milioni (5,57 milioni nel corrispondente periodo dell'anno scorso), l'ebitda di 2,13 milioni (2,57) e l'utile netto di 1,12 milioni (1,49). Posizione finanziaria netta al 30 giugno: 8,83 milioni (9,62 al 31/12/2020). Stefano Giusto, presidente di Renergetica, ha commentato: “Nella difficile situazione contingente caratterizzata dalla pandemia Covid-19, che ha determinato inevitabili rallentamenti nei processi autorizzativi, Renergetica mantiene risultati positivi anche nella semestrale 2021 e rafforza la propria presenza internazionale con l’ingresso nel mercato spagnolo. L’accordo pluriennale raggiunto con Erg per lo sviluppo in questo specifico mercato riconferma la nostra affidabilità, riconosciuta da operatori di primissimo livello che ci hanno scelto come partner commerciale”.

Ti potrebbero interessare anche: