Notizie | 24 settembre 2021

Intesa Sanpaolo prima in Europa per inclusione

Paola Angeletti, coo Intesa Sanpaolo

Paola Angeletti, coo Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo è la prima banca in Europa, sesta al mondo e unica italiana, tra i 100 luoghi di lavoro più inclusivi e attenti alle diversità, secondo il Diversity and Inclusion Index di Refinitiv, l’indice internazionale che valuta 11mila aziende quotate a livello globale. Il gruppo guidato da Carlo Messina si è classificato al 50° posto, in crescita di 26 posizioni rispetto al 2020. L’analisi si svolge esclusivamente su dati pubblici - bilanci, relazioni finanziarie, notizie stampa, siti web – in base a 24 parametri riconducibili a quattro categorie chiave: diversità di genere, inclusione, sviluppo delle persone e controversie. Refinitiv, società del London Stock Exchange Group, è uno dei principali fornitori al mondo di ricerche e dati in ambito finanziario.

Il posizionamento è il risultato dell’attività della Banca in termini di diversity & inclusion. Una struttura ad hoc costituita nel 2018, a diretto riporto della chief operating officer Paola Angeletti, ha l’obiettivo di favorire la cultura dell’inclusione, incentivare il rispetto e il valore della diversità e promuoverne il valore potenziando il patrimonio di multiculturalità, esperienze e caratteristiche delle persone del gruppo che ha come principale azionista la torinese Fondazione Compagnia di San Paolo.

Ti potrebbero interessare anche: