Notizie | 10 settembre 2021

In breve notizie di aziende del Nord Ovest

Yacht della spezzina Sanlorenzo

Yacht della spezzina Sanlorenzo

CENTRALE DEL LATTE D'ITALIA: UTILE DI 6,8 MILIONI

Il Consiglio di amministrazione della Centrale del Latte d’Italia, società torinese quotata al segmento Star di Borsa Italiana e oggi terzo player nazionale del mercato del latte fresco e a lunga durata, ha approvato i risultati al 30 giugno 2021. Nel primo semestre ha registrato un fatturato di 136 milioni, rispetto ai 93 dello stesso periodo 2020 (+ 46,2%), grazie dal contributo del ramo milk & dairy concesso in affitto dalla controllante Newlat Food. L'ebitda si è attestato a 13 milioni (+34%) e il risultato operativo netto (ebit) a 4,5 milioni (+7,1%). Per effetto di queste rilevanti performance, l'utile netto dopo le imposte è risultato pari a 6,8 milioni, contro i 2,4 milioni precedenti. Migliorata anche la posizione finanziaria netta di 4,9 milioni: l'indebitamento è sceso dai 61,9 milioni ai 57 del 30 giugno.


A ITALGAS LA RETE DEL METANO IN GRECIA

Italgas, ha acquisito la rete del metano della Grecia. L’infrastruttura ellenica era da tempo nel mirino della società guidata dal torinese Paolo Gallo. Italgas, controllata da Cassa Depositi Prestiti (con il 26% del capitale), è stata selezionata dopo la decisione della cessione della Depa Infrastructure, che gestisce la rete locale e la distribuzione del gas naturale in Grecia. L’operazione ha un valore di circa 700 milioni di euro e ha visto il commento soddisfatto dell’ad Gallo: “Italgas è il partner ideale per supportare il governo greco nello sviluppo di una infrastruttura energetica che permetterà al Paese di procedere nel piano di decarbonizzazione dell’economia”; Gallo, alla guida di Italgas dal 2016, pochi mesi fa ha presentato un nuovo piano strategico particolarmente ambizioso, con investimenti per quasi 8 miliardi, tra cui l’acquisizione in Grecia.


DEA CAPITAL TORNATA A FARE PROFITTI

Il Consiglio di amministrazione di DeA Capital, sotto la presidenza di Lorenzo Pellicioli, tra l’altro, ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2021. Paolo Ceretti, ceo del gruppo che fa capo alla De Agostinidi Novara, ha dichiarato: “Abbiamo consolidato nel secondo trimestre il trend molto positivo già evidenziato al 31 marzo 2021, con una raccolta da inizio anno arrivata a circa 2 miliardi di euro e che ci ha consentito di superare i 25,6 miliardi in termini di combined aum (+14,1% rispetto al 30 giugno 2020). Il positivo andamento dei mercati finanziari ha supportato inoltre un’ottima performance a livello di assets in portafoglio. Sul piano strategico, vogliamo continuare a rappresentare un punto di riferimento per gli investimenti alternative in Italia ed espanderci progressivamente nel resto dell’Europa, con una costante attenzione alle tematiche Esg”. L'utile netto di gruppo è risultato di 14 milioni, mentre nel primo semestre dell'anno scorso era stata registrata la perdita di 1,8 milioni. La posizione finanziaria netta consolidata è positiva per 124,3 milioni, rispetto al dato “adjusted” (per la distribuzione del dividendo straordinario di 26,1 milioni avvenuta a maggio 2021) di 99,9 milioni registrato alla fine del 2020.


GLI YACHT SANLORENZO DIVENTANO GREEN

Dopo le automobili, anche gli yacht diventano green. Almeno quelli della Sanlorenzo: la società spezzina specializzata nella nautica di lusso (disegna e costruisce barche private su misura dal 1958) ha appena chiuso un accordo in esclusiva con Siemens Energy per lo sviluppo della tecnologia a fuel cell nel settore dello yachting 24-80 metri e per acquistare sistemi di propulsione di nuova generazione a diesel elettrici e ibridi. Nel primo caso la soluzione innovativa sarà alimentata a metanolo e consentirà all’imbarcazione di generare energia elettrica a motori e generatori spenti, con una notevole riduzione dell’impatto ecologico: il primo prototipo verrà installato su un superyacht Sanlorenzo ibrido da 50 metri in avanzata progettazione. Per quanto riguarda invece i due contratti per i motori green, il diesel elettrico sarà applicato su yacht da 50-70 metri, mentre quello ibrido sarà usato su imbarcazioni di lunghezza inferiore ai 50 metri. “È per noi una grande soddisfazione – ha detto Massimo Perotti, presidente e ad di Sanlorenzo – aver sancito questi accordi con Siemens Energy, azienda leader a livello mondiale nell’ambito delle tecnologie energetiche; unendo le rispettive esperienze e risorse potremo rispondere al meglio alle sfide nell’ambito della sostenibilità, sviluppando per primi una nuova generazione di tecnologie che segnerà un importante cambio di rotta nel settore dello yachting”.


BBBELL SOSTENITORE UFFICIALE DI SLOW FOOD

BBBell, azienda piemontese specializzata in servizi a banda ultralarga e telecomunicazione wireless in Piemonte e Liguria, entra tra i sostenitori ufficiali di Slow Food Italia, dopo un lungo percorso di collaborazione iniziato nel 2013, condividendo, fin da subito, i valori e la missione che contraddistinguono da sempre l’Associazione di Bra. BBBell è stata scelta, nello specifico, da Slow Food come partner tecnologico e fornitore unico per completare il processo di digitalizzazione dell’associazione, con una forte attenzione alla sostenibilità. “Da quest’anno – afferma Simone Bigotti, ad di BBBell - saremo ancora di più al fianco di Slow Food come sostenitori ufficiali per un impegno comune nella valorizzazione dei territori e delle eccellenze che ne fanno parte, partecipando con entusiasmo ai loro progetti e contribuendo con idee innovative e competenze tecnologiche, al fine di aprire nuovi orizzonti di sviluppo sostenibile”. BBBell è anche main partner di Slow Food per l’edizione 2021 di Cheese, il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e alle forme del latte, in programma a Bra dal 17 al 20 settembre 2021 Costituita nel 2003, BBBell ha sede operativa a Torino dove lavorano circa 60 dipendenti, 30 agenti commerciali e circa 35 tra tecnici e installatori, servendo complessivamente più di 30.000 clienti.


EATALY A 5 PUNTI VENDITA IN GIAPPONE

Il più grande negozio di Eataly in Giappone, 1.100 metri quadri, è stato inaugurato a Tokyo, all'interno del complesso Ginza Six, nel prestigioso quartiere Ginza. Eataly Ginza è il quinto punto vendita di Eataly in Giappone e il quarto nella metropoli di Tokyo. Eataly Ginza segue di pochi mesi l'apertura di Eataly Shonan, punto vendita inaugurato a Fujisawa City a inizio luglio. Il nuovo flagship store ha aperto le porte nel pieno rispetto dei regolamenti sanitari vigenti in Giappone riscontrando sin dai primi giorni di apertura un'ottima accoglienza da parte dei clienti giapponesi che conoscono il brand Eataly dall'apertura di Eataly Mitsukoshi, avvenuta nel 2009.

Ti potrebbero interessare anche: