Piazza Affari | 21 agosto 2021

Borsa: ecco le nostre quattro "stelle" della settimana

Borsa: ecco le nostre quattro "stelle" della settimana

Ediliziacrobatica, Eviso, Tinexta e Reply. Sono le quotate del Nord Ovest che più hanno brillato nella settimana borsistica appena passata. In particolare, la genovese Ediliziacrobatica ha fatto registrare non soltanto il maggior rialzo rispetto alla fine della settimana precedente (+28,86%), ma anche il suo nuovo massimo storico, dato che giovedì scorso ha chiuso le negoziazioni a 19,85 euro (il suo ultimo prezzo, venerdì, è stato di 92,20 euro, a fronte dei 14,90 di sette giorni prima).

Oltre a Ediliziacrobatica, nella settimana, hanno conquistato il loro nuovo record Reply (160 euro, il giorno 18) e Tinexta (38 euro, proprio nell'ultima seduta). Tra l'altro, Tinexta si è piazzata al terzo posto nella classifica settimanale delle quotate del Nord Ovest per rialzi (+5,8%), mentre Reply ha chiuso la top ten con l'incremento dell'1,61% (157,80 euro, contro i 155,30 di venerdì 13).

La medaglia d'argento è della saluzzese Eviso (+5,95%, a 2,67euro); mentre subito sotto il podio settimanale si è piazzata Diasorin, il cui prezzo è salito da 177,85 a 188,15 euro (+5,79%). Subito dietro la società di Saluggia che fa capo al torinese Gustavo Denegri, si sono piazzate quattro liguri: le genovesi Fos (+3,93%), Iren (+3,10%) ed Erg (+2,90%) e la spezzina Sanlorenzo (+2,26%). Al nono posto la torinese Italia Independent di Lapo Elkann con il rialzo del 2,06% (ha chiuso a 1,786 euro).

A evidenziare un aumento del rispettivo prezzo rispetto a venerdì 13 sono state anche Italgas (+1,25%), Compagnia dei Caraibi (+0,50%), Bim (+0,24%) e Conafi (+0,34%). Tutte le altre quotate del Nord Ovest hanno subito un ribasso. Fra queste, le cinque che si riferiscono alla famiglia Agnelli-Elkan-Nasi: Cnh Industrial (da 14,70 a 13,665 euro), Exor (da 75,64 a 70,52 euro), Ferrari (da 192,10 a 181,50 euro), Juventus (da 0,763 a 0,7575 euro) e Stellantis (da 18,61 a 17,14 euro). Ma anche le blue chip Buzzi Unicem (da 22,65 a 21,85 euro) e Intesa Sanpaolo (da 2,448 a 2,369 euro). Il calo dell'azione della società che ha come principale azionista la torinese Fondazione Compagnia di San Paolo è stato del 3,23%, superiore al 2,76% medio dell'indice Ftse-Mib, risceso sotto i 26.000 punti.

A perdere valore nella settimana sono state pure le due quotate controllate dall'alessandrino-milanese Urbano Cairo, fra l'altro patron del Torino Calcio: Rcs MediaGroup (il prezzo dell'azione è diminuito da 0,704 a 0,696 euro) e la Cairo Communication (da 1,738 a 1,716 euro). Complessivamente, sono state 28 le società del Nord Ovest che hanno avuto un ribasso delle loro azioni nella settimana.

Ti potrebbero interessare anche: