Piazza Affari | 13 agosto 2021

Cinque quotate del Nord Ovest al massimo storico

Cinque quotate del Nord Ovest al massimo storico

Per oltre due terzi delle quotate del Nord Ovest l'ultima settimana borsistica è stata positiva, avendola chiusa con un prezzo superiore a quello del venerdì precedente. Hanno colto la tendenza favorevole, confermata dall'aumento dell'indice Ftse Mib, salito del 2,51% a 26.653 punti. Tanto che un quintetto ha addirittura raggiunto il massimo storico. Le cinque che hanno fatto segnare il loro nuovo record sono Ediliziacrobatica (14,90 euro), la Ferrari (192,10 euro), Reply (155,30), Sanlorenzo (27,30) e Stellantis (18,61).

La capitalizzazione di Stellantis è salita a 58,273 miliardi e quella della Ferrari a 37,253 miliardi. Reply ha superato i 5,8 miliardi, la Sanlorenzo ha sfiorato i 942 milioni e la genovese Ediliziacrobatica i 120. Proprio quest'ultima è stata la quotata del Nord Ovest che ha fatto segnare il maggior rialzo nella settimana (+15,95%), precedendo sul podio locale Sogefi (+6,62%) e la torinese Fidia (+5,30%). Subito sotto si sono piazzate la spezzina Sanlorenzo (+5,16%) e la Buzzi Unicem di Casale Monferrato (+5,10%).

A completare la top ten dei maggiori incrementi percentuali di valore nella settimana sono la Cir controllata dalla Fratelli De Benedetti (+4,95%), Stellantis (+4,12%), Exor (+3,50%), Banca Carige (+3,21%) e Prima Industrie (+3,12%). Aumenti superiori a quello dell'indice Ftse-Mib, comunque, sono stati ottenuti anche da Erg (+2,99%), Italgas (+2,90%), Iren (+2,88%9 e Diasorin (+2,54%).

Invece, le quotate del Nord Ovest che hanno terminato l'ultima seduta con un prezzo inferiore a quello di sette giorni prima sono Autogrill (6,326 euro la quotazione finale), Compagnia dei Caraibi (4,025), Dea Capital (1,304), Fos (3,82), Ki Group (0,146), Matica Fintec (1,515), Osai (5,03), Pattern (5,04), Pininfarina (1,025), Rcs MediaGrfoup (0,704), Renergetica (4,23), Visibilia (4,32).

Infine, per quanto la restante blue chip del Nord Ovest, cioè Intesa Sanpaolo, va rilevato che la società che ha come principale azionista la Fondazione torinese Compagnia di San Paolo ha concluso la settimana con la quotazione di 2,448 euro, superiore del 2,06% a quella del venerdì precedente.

Ti potrebbero interessare anche: