Manager | 05 agosto 2021

Barrese miglior top manager Isp del primo semestre

Stefano Barrese

Stefano Barrese

E' Stefano Barrese il trionfatore della prima parte del “campionato” 2021 riservato ai sei top manager del gruppo Intesa Sanpaolo, responsabili delle rispettive divisioni e a diretto riporto del gran capo assoluto, Carlo Messina, consigliere delegato e ceo del colosso che ha come principale azionista la torinese Fondazione Compagnia di San Paolo. Stefano Barrese, numero 1 della divisione Banca dei Territori, al giro di boa, è risultato primo con tre vittorie e una medaglia d'argento in cinque delle “gare” disputate. Secondo, al 30 giugno, è finito Mauro Micillo, con una medaglio d'oro e una d'argento e al terzo Tommaso Corcos con un secondo posto e due bronzi.

La competizione è basata sulle performance ottenute nel periodo nelle cinque aree di confronto: proventi operativi netti, costi operativi, risultato della gestione operativa, risultato corrente lordo, risultato netto. Convenzionalmente, per la migliore prestazione percentuale della divisione vengono attribuiti 5 punti, 3 per la seconda e 1 per la terza.

In seguito a questa classificazione, alla divisione guidata da Stefano Barrese (Banca dei Territori, appunto) sono stati attribuiti 18 punti, mentre sono stati 8 i punti conseguiti dalla divisione con a capo Saverio Perissinotto (Asset Management) e 5 quelli conquistati dalla divisione di Tommaso Corcos (Private Banking). Subito sotto il podio si sono piazzati Mauro Micillo (Imi & Corporate Investment Banking) con 3 punti e Marco Elio Rottigni (International Subsidiary Bank) con due. Nessuna medaglia, invece, a questa tornata, per Nicola Maria Fioravanti, responsabile della divisione Insurance.

Stefano Barrese ha vinto per il maggior incremento sia del risultato netto (352 milioni nel primo semestre di quest'anno contro la perdita di 355 milioni nello stesso periodo 2020) sia del risultato lordo (556 milioni a fronte dei 546 persi nei primi sei mesi dell'anno scorso) sia per la maggiore riduzione percentuale dei costi operativi, ridotti del 2,9) a 3,187 miliardi. Inoltre è stato suo il secondo posto per l'aumento del risultato gestionale lordo, ammontato a 1,247 miliardi (+13,4%).

Saverio Perissinotto ha conquistato la medaglia d'oro per il maggiore incremento del risultato gestionale operativo, che è stato di 528 milioni (+47,5% rispetto al primo semestre 2020) e per il maggior aumento percentuale dei proventi operativi netti, saliti del 37,6% a 633 milioni. Invece l'argento l'ha preso per la performance sul risultato netto, che è stato superiore del 54,7% arrivando perciò a 376 milioni.

Tommaso Corcos ha conquistato l'argento per l'incremento dei proventi operativi netti, accresciuti dell'8,9% a 1,192 miliardi mentre i due bronzi li ha conseguiti per l'aumento del 13,1% del risultato gestionale lordo (761 milioni) e del 45,7% del risultato netto (631 milioni). A Mauro Micillo la medaglia d'argento è andata per la seconda maggiore riduzione dei costi operativi, ridotti a 646 milioni (-0,2%), mentre i due bronzi sono stati conquistati da Rottigni per il terzo maggiore incremento dei proventi operativi, portati a 967 milioni (+3,1% rispetto al 30 giugno dell'anno scorso) e per la terza migliore performance relativa ai costi operativi, contenuti in 506 milioni (+0,2%).

Passando dalle performance ai valori assoluti, i dati del primo semestre mostrano che l'utile netto più alto è stato della divisione Imi & Corporate Investment Banking (1,220 miliardi) il secondo quello della divisione Private Banking (631 milioni) e il terzo quello della divisione Insurance (439 milioni). Seguono le divisioni Asset Management con 376 milioni, Banca dei Territori con 352 e International Subsidiary Bank con 251.

Quanto ai proventi netti, ecco i valori assoluti delle sei divisioni dall'inizio di gennaio alla fine di giugno: Banca dei Territori 4,434 miliardi, Imi Corporate & Investment Banking 2,456 miliardi, Private Banking 1,192 miliardi, International Subsidiary Banks 967 milioni, Insurance 820 milioni, Asset Management 633 milioni.

Infine, si ricorda che alla tappa del primo trimestre era arrivato in testa Tommaso Corcos, che allora aveva preceduto, nell'ordine, Saverio Perissinotto e Stefano Barrese. Dietro questo trio, si erano piazzati, a pari merito, Mauro Micillo e Nicola Maria Fioravanti, seguiti infine da Marco Elio Rottigni.





Il “campionato” dell'intero 2020 era stato vinto da Mauro Micillo, risultando al primo posto in tre delle aree di confronto, con un notevole distacco su Saverio Perissinotto e Nicola Maria Fioravanti, entrambi sul podio, a pari merito, con la medaglia d'argento. Al terzo posto aveva concluso Stefano Barrese. Allora Corcos aveva terminato con un unico punto, mentre era rimasto a secco Rottigni.

Ti potrebbero interessare anche: