Piazza Affari - 22 luglio 2021, 19:49

Banca Carige dal 27 ritorna in Borsa

Banca Carige dal 27 ritorna in Borsa

Banca Carige ha comunicato che la Consob ha autorizzato la pubblicazione del prospetto informativo relativo all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato Telematico Azionario (Mta), organizzato e gestito da Borsa Italiana, delle azioni ordinarie della Banca derivanti dall’aumento di capitale deliberato dall’assemblea straordinaria degli azionisti del 20 settembre 2019 e dei “Warrant Banca Carige 2020-2022” assegnati gratuitamente agli azionisti che hanno sottoscritto, nell’ambito dell’aumento di capitale, azioni emesse a valere sulla terza tranche.

Il prospetto riporta, tra l’altro, i fattori di rischio relativi alle azioni e ai warrant. Al riguardo si ricorda che la negoziazione dei titoli emessi o garantiti da Carige è sospesa a far data dal 2 gennaio 2019 in conseguenza della delibera Consob adottata in ragione della decisione della Bce di porre la Banca in amministrazione straordinaria (procedura conclusasi il 31 gennaio 2020) e il probabile venir meno della possibilità di fornire un completo quadro informativo da parte dell’emittente.

Consob ha altresì disposto la revoca della delibera di sospensione. La delibera di revoca entrerà in vigore in data 27 luglio. In tale data oltre alla negoziazione delle azioni troverà avvio la negoziazione dei warrant e del prestito subordinato “Banca Carige S.p.A. 2019-2029 Callable Tasso Fisso con Reset Tier II”, per un valore nominale complessivo di 200 milioni, interamente sottoscritto da primari investitori istituzionali, avente caratteristiche idonee per essere computato nel patrimonio di vigilanza della Banca.

Il capitale sociale della Banca – a seguito dell’operazione di riduzione facoltativa del capitale a copertura di perdite – risulta pari a euro 1.343.570.813,76 diviso in n. 755.371.224 azioni prive dell’indicazione del valore nominale, di cui n.755.371.204 azioni ordinarie e 20 azioni di risparmio. Al riguardo si rammenta che Borsa Italiana, ritenuto che il numero delle azioni di risparmio codice risultante a esito del raggruppamento non fosse sufficiente ad assicurarne la regolarità del mercato, ha ravvisato la ricorrenza dei motivi di sospensione a tempo indeterminato dalle negoziazioni nel mercato Mta dello strumento finanziario.

Ti potrebbero interessare anche:

SU