Piazza Affari | 18 luglio 2021

Borsa: +42,7% il valore delle quotate del Nord Ovest

Borsa: +42,7% il valore delle quotate del Nord Ovest

Boom della valorizzazione boristica del listino del Nord Ovest. Nel primo semestre di quest'anno, la capitalizzazione complessiva delle quotate del Nord Ovest è arrivata a sfiorare i 204 miliardi (203,959 miliardi al 30 giugno), 61,054 miliardi in più rispetto all'ultima seduta del 2020. L'incremento è stato del 42,7%.

Delle 41 società del Nord Ovest negoziate in Piazza Affari soltanto otto hanno terminato il primo semestre con un valore borsistico inferiore a quello di fine dicembre 2020. Sono, in ordine alfabetico, Banca Intermobiliare (capitalizzazione di 68,37 milioni al 30 giugno, 76,39 al 30 dicembre 2020), Borgosesia (rispettivamente 29,15 milioni e 30,75), Diasorin (8,958 miliardi e 9,500), Ferrari (33,664 miliardi e 36,774), Juventus (963,30 milioni e 1,093 miliardi), Pininfarina (52,86 milioni e 63,44), Matica Fintec (14,46 milioni e 14,47) e Visibilia Editore (1,35 milioni e 2,76).

Proprio Visibila Editore, la società della cuneese Daniela Garnero Santanchè, è il fanalino di coda nella graduatoria delle “nostre” quotate per capitalizzazione. Il suo valore borsistico, infatti, è inferiore anche a quello della torinese Ki Group (1,97 milioni al 30 giugno). Poco di più sono quotate Conafi (10,83 milioni), Fidia (12,54 milioni) e Matica Fintec (14,46), che chiude la bottom five.

Ed ecco la graduatoria delle quotate del Nord Ovest per capitalizzazione al 30 giugno (tra parentesi il valore borsistico al 30 dicembre 2020): 1.Stellantis 51,685 miliardi (30,359); 2.Intesa Sanpaolo 45,262 miliardi (37,268); 3.Ferrari 33,664 miliardi (36,774); 4.Cnh Industrial 18,918 miliardi (14,206); 5.Exor 16,187 miliardi (16,001): 6.Diasorin 8,958 miliardi (9,500); 7. Reply 5,212 miliardi (3,608); 8. Italgas 4,459 miliardi (4,202); 9.Buzzi Unicem 4,307 miliardi (3,755); 10.Erg 3,752 miliardi (3,514).

11.Iren 3,116 miliardi (2,768); 12.Autogrill 1,568 miliardi (1,393); 13.Tinexta 1,545 miliardi (1,001); 14.Juventus 963,3 milioni (1,093 miliardi); 15.Sanlorenzo 802,8 milioni (572,5); 16. Cir 646,4 milioni (569,5); 17.Guala Closures 574 milioni (514,2); 18.Rcs MediaGroup 371,5 milioni (296,2); 19.Dea Capital 345,2 milioni (303,3); 20.Basicnet 286,6 milioni (253,9).

21.Prima Industrie 229,7 milioni (145,4); 22.Cairo Communication 227,8 milioni (170,5); 23.Orsero 173,1 milioni (111,2); 24.Sogefi 165.2 milioni (142,4); 25.Ediliziacrobatica 103,7 milioni (34,5); 26.Osai 74,2 milioni (44,6); 27.Bim 68,4 milioni (76,4); 28.Pattern 65 milioni (54,8); 29.Eviso 60,1 milioni (48,9); 30.Pininfarina 52,9 milioni (63,4);

31.Centrale del Latte d'Italia 48,6 milioni (35,5); 32.Cover50 35,4 milioni (29,8); 33.Renergetica 33,8 milioni (31,5); 34.Borgosesia 29,1 milioni (30,7); 35.Italia Independent 26,4 milioni (17,7); 36.Fos 23,3 milioni (16,6); 37.Matica Fintec 14,5 milioni (14,5); 38.Conafi 10,8 milioni (9,2); 39.Fidia 12,5 milioni (7,5); 40.Ki Group 2 milioni (1,9); 41.Visibilia Editore 1,3 milioni (2,8).

Per quanto riguarda la settimana appena passata, il confronto con la precedente evidenzia i rialzi di 11 nostre quotate: Borgosesia (0,618 euro l'ultimo prezzo), Centrale del Latte d'Italia (3,47), Diasorin (163,05), Iren (2,474), Italgas 5,58), Italia Independent (1,85), Juventus (0,737), Ki Group (0,168), Matica Fintec (1,515), Pattern (4,71), Pininfarina (1,00). Invariato il prezzo della Sanlorenzo (23,95 euro). 

Ti potrebbero interessare anche: