Notizie | 16 luglio 2021

Startup innovative, oltre mille nel Nord Ovest

Cuneo, quinta in Italia per densità di startup innovative

Cuneo, quinta in Italia per densità di startup innovative

Finalmente superata quota mille. Al 30 giugno scorso, nel Nord Ovest sono risultate 1.012 le startup innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Alla fine del primo trimestre erano ancora 934. Nel secondo, pertanto, sono aumentate di 78 (+8,35%). In particolare, in Piemonte sono diventate 760 (erano 699 al 31 marzo) e in Liguria 233 (216); mentre sono rimaste 19 in Valle d'Aosta. Il Piemonte si è confermato al sesto posto nella graduatoria nazionale, la Liguria quindicesima e la Valle d'Aosta ultima, al ventesimo. In tutta l'Italia, al termine del secondo trimestre sono 13.582 le startup innovative, 1.021 in più rispetto al trimestre precedente (+8,1%). Lo ha comunicato Infocamere-Unioncamere, ricordando che possono ottenere lo status di startup innovativa le società di capitali costituite da meno di cinque anni, con fatturato annuo inferiore a cinque milioni di euro, non quotate e in possesso di determinati indicatori relativi all’innovazione tecnologica previsti dalla normativa nazionale.

A livello nazionale, il capitale sociale sottoscritto complessivamente dalle startup risulta in crescita rispetto al primo trimestre (+58,8 milioni di euro) attestandosi ora a quota 929,4 milioni di euro; il capitale medio è pari a 68.431 euro a impresa (-1,3%). Per quanto riguarda la distribuzione per settori di attività, il 75% delle startup innovative fornisce servizi alle imprese (in particolare, prevalgono le seguenti specializzazioni: produzione di software e consulenza informatica, 37,4%; attività di R&S, 14,7%; attività dei servizi d’informazione, 8,7%), il 16,6% opera nel manifatturiero (su tutti: fabbricazione di macchinari, 3%; fabbricazione di computer e prodotti elettronici e ottici, 2,5%;), mentre il 3% opera nel commercio.

In alcuni settori, l’incidenza delle startup innovative sul totale delle nuove società di capitali appare rilevante. E' una startup innovativa il 40,4% delle nuove aziende di computer, il 44,0% di quelle che fanno produzione di software e addirittura oltre il 71,5% di quelle attive in ricerca e sviluppo.

Le startup innovative con una prevalenza femminile – ossia, in cui le quote di possesso e le cariche amministrative sono detenute in maggioranza da donne – sono 1.746, il 12,9% del totale: incidenza nettamente inferiore rispetto al 21,1% osservato prendendo in esame l’universo delle neo-società di capitali. Le startup innovative a prevalenza giovanile (under 35) sono 2.451, il 18,1% del totale.; quelle con una compagine sociale a prevalenza straniera sono 483, il 3,6% del totale.

La Lombardia rimane la regione in cui è localizzato il maggior numero di startup innovative: 3.627, pari al 26,7% del totale nazionale. Seguono il Lazio (1.586, 11,7% del totale), la Campania con 1.205 startup (8,9%), il Veneto (1.095, 8,1% del totale nazionale). Al quarto posto figura l’Emilia- Romagna, nuova regione a superare quota mille, con 1.071 startup (7,9%). Il Trentino-Alto Adige è la regione con la più elevata incidenza di startup innovative in rapporto al totale delle società di capitali con meno di cinque anni e cinque milioni di fatturato annuo: circa il 6% è una startup innovativa. Seguono in graduatoria il Friuli-Venezia Giulia (5,2%) e la Lombardia (5%). Chiudono la classifica la Sicilia e la Puglia (entrambe con poco più del 2,5%) e la Sardegna con il 2,3%.

Milano è di gran lunga la provincia in cui è localizzato il numero più elevato di startup innovative: alla fine del secondo trimestre 2021 erano 2.545, il 18,7% del totale nazionale. Al secondo posto compare Roma, unica altra provincia oltre quota 1.000 (1.411 startup, 10,4% nazionale). Tutte le altre province maggiori sono molto staccate: comunque, nella top 5 figurano, nell’ordine, Napoli (607, 4,5%), Torino (495, 3,6%) e Bologna (361, 2,7%). Genova è quindicesima (189, 1,39%).

Tra le ultime 20, invece, ben sette province del Nord Ovest: La Spezia con 20 startup innovative, Aosta con 19, Savona con 14, Asti e Verbania con 11, Imperia con 10 e Vercelli con 6. Ad Asti, però, sono aumentate di sei nell'ultimo trimestre.

Se si considera il numero di startup innovative in rapporto al numero di nuove società di capitali attive nella provincia, al primo posto si posiziona Trento (circa l’8,5%); seguono Milano (6,4%), Pordenone (5,8%), Ascoli Piceno (5,7%). Da notare come nella parte alta della graduatoria si posiziona Cuneo al 5° posto (5,6%), con 119 startup innovative.

Al 1° luglio 2021 i soci delle 13.582 startup innovative risultano pari a 65.887, cioè 5.698 in più rispetto al trimestre precedente (+9,5%). È ipotizzabile che i soci siano coinvolti direttamente nell’attività d’impresa. In media ciascuna startup ha 4,9 soci, contro i 2,1 riscontrati tra le altre nuove imprese.

Ti potrebbero interessare anche: