Notizie | 30 giugno 2021

Banche: al Piemonte il record dell'aumento dei prestiti alle imprese

Marco Gay, presidente Confindustria Piemonte

Marco Gay, presidente Confindustria Piemonte

E' il cavallo piemontese che, in Italia, ha bevuto di più nel primo trimestre di quest'anno. Fuori di metafora. Sono state le imprese del Piemonte che hanno fatto registrare il maggior incremento del ricorso al credito bancario dall'inizio di gennaio alla fine di marzo: poco meno del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tanto che al 31 marzo, i prestiti delle banche alle imprese attive in Piemonte sono ammontati a 59,502 miliardi, il 19,9% in più rispetto alla stessa data dell'anno scorso. Nessun'altra regione italiana ha evidenziato un aumento così elevato. In Liguria l'aumento dei prestiti bancari alle imprese è risultato del 4,1% (a 14,955 miliardi) e del 4,7% per la Valle d'Aosta (1,494 miliardi).

Molto minore, nel Nord Ovest, è stata la crescita dei prestiti bancari alle famiglie consumatrici: +2,2% in Piemonte (al 31 marzo i crediti in essere sono pari a 42,126 miliardi), +1,6% in Liguria (14,518 miliardi) e + 0,8% (959 milioni). In totale, i prestiti delle banche alla fine di marzo ammontavano a 116,869 miliardi in Piemonte (+3,6% rispetto al 31 marzo 2019), a 31,891 miliardi in Liguria (+2,8%) e a 2,883 miliardi (+3,4%).

In Piemonte, in particolare, il nuovo incremento si aggiunge a quello dell'intero 2020 che è stato del 9,1%. Infatti, come si legge nell'ultimo rapporto della Banca d'Italia sull'economia regionale nel 2020, al 31 dicembre scorso, i prestiti bancari in Piemote sono risultati pari a 115,281 miliardi, dei quali 67,908 si riferiscono alla provincia di Torino (+14% rispetto alla stessa data precedente), 8,426 a quella di Alessandria (+2,2%), 4,342 all'Astigiano (+1%), 4,518 al Biellese (+3%), 15,850 al Cuneese (+3,2%), 8,310 al Novarese (+5,1%), 2,667 al Verbano-Cusio-Ossola (+3,2%) e 3.259 al Vercellese (+2,3%).





Ti potrebbero interessare anche: