Notizie | 18 giugno 2021

Fondazione per l'Arte moderna Crt: il nuovo vertice

Anna Ferrino presidente, Caterina Bima vice

Fondazione per l'Arte moderna Crt: il nuovo vertice

Alla presenza del presidente della Fondazione Crt, Giovanni Quaglia, e del Segretario generale, Massimo Lapucci, si è insediato il nuovo Consiglio di amministrazione della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea Crt che resterà in carica per i prossimi quattro anni. Presieduto dall’imprenditrice Anna Ferrino, il nuovo “board” è composto dal notaio Caterina Bima in qualità di vice presidente, accanto ai consiglieri Gianni Arnaudo (architetto e designer) e Marco Giovannini (ingegnere e imprenditore). Confermato Massimo Broccio, già Segretario del Consiglio nei precedenti mandati. “Cambiano le persone, come è doveroso che sia dopo molti anni di impegno, ma non cambia la missione della Fondazione per l’Arte, che continuerà a sostenere la creatività contemporanea del territorio e le istituzioni che la accolgono”, ha commentato il presidente uscente Fulvio Gianaria, nel congratularsi con i vertici neoeletti. Dopo dodici anni di presidenza, Gianaria lascia la Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea, vero e proprio braccio operativo della Fondazione Crt che l’ha istituita nel Duemila e ne garantisce tuttora il supporto. Nel segno del più ampio spirito di continuità, Anna Ferrino, neo presidente, ha quindi espresso l’intenzione di continuare a “puntare sulla tutela, promozione e valorizzazione dell’arte moderna e contemporanea quale fattore di sviluppo sociale ed economico, da attuarsi in primis attraverso la Collezione, assetto fondamentale per lo sviluppo dei due principali musei di riferimento locale: la Galleria d’Arte Moderna di Torino e il Castello di Rivoli. Negli ultimi 12 anni, infatti, la Fondazione ha acquisito oltre 250 importanti opere d’arte dei più rilevanti artisti contemporanei, da Marina Abramovic a William Kentridge, Liam Gillick e Jannis Kounellis, favorendo e indirizzando la programmazione espositiva dei maggiori musei piemontesi”- Anna Ferrino ha concluso: “La Fondazione intende restare in prima linea per supportare l’intero sistema dell’arte contemporanea a Torino e in Piemonte, attraverso il sostegno ai suoi protagonisti, gli artisti, e ai progetti di residenza loro dedicati, nonché mediante l’erogazione di contributi specifici destinati alle più importanti manifestazioni culturali torinesi, alle fiere e alle gallerie. Infine, ritengo sia fondamentale focalizzarsi sulle progettualità e i servizi di formazione culturale gratuita messi in campo negli spazi Ogr, un bacino di indiscussa eccellenza in termini di innovazione culturale che, attraverso programmi come Ogr Public Program e Ogr You, puntano a coinvolgere ed educare le nuove generazioni, il nostro futuro”. La Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea Crt, ente strumentale della Fondazione Crt, ha acquisito complessivamente già più di 870opere di 300 artisti, per un investimento complessivo superiore ai 40 milioni di euro: una delle più importanti collezioni private a livello internazionale, al servizio della collettività.

Ti potrebbero interessare anche: