Notizie | 11 giugno 2021

In Italia prodotte ad aprile quasi 44.000 auto

Secondo i dati preliminari di Anfia, l'associazione nazionale dell'industria automotive, in Italia ad aprile sono state prodotte 43.900 vetture, a fronte delle 400 fabbricate nello stesso mese del 2020. Così il primo quadrimestre dell’anno in corso si è chiuso con un incremento del 61,8%.

Ad aprile, comunque, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra una crescita a tre cifre rispetto ad aprile 2020 ( il primo mese interessato per intero dalle misure per il contenimento della pandemia da Covid-19) che aveva chiuso a -87,4%. E nel primo quadrimestre del 2021 l''aumento è del 56,7%.

Guardando ai singoli comparti produttivi del settore, ad aprile 2021 è l’indice della fabbricazione di autoveicoli a registrare la variazione positiva più alta, in crescita a cinque cifre, mentre per l’indice della fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi e per le parti e accessori per autoveicoli e loro motori il rialzo è a tripla cifra. Nel primo quadrimestre 2021, crescono gli indici di tutti i comparti: +74,7% per la fabbricazione di autoveicoli, +46,5% per la fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi e +48,3% per la fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli e loro motori.

A gennaio-febbraio 2021 (ultimo dato disponibile), l’export italia di autoveicoli (autovetture e veicoli industriali nuovi) vale 2,62 miliardi di euro, mentre l’import vale 4,46 miliardi. Gli Stati Uniti rappresentano, in valore, il primo Paese di destinazione dell’export di autoveicoli dall’Italia, con una quota del 17,2%, seguiti da Germania (16,3%) e Francia (15,6%). Nello stesso periodo, l’export della componentistica automotive vale 3,5 miliardi, con una contrazione del 3,8% rispetto a gennaio-febbraio 2020, mesi non ancora interessati dalla pandemia nel nostro Paese e con un saldo positivo di 906 milioni.

Ti potrebbero interessare anche: