Notizie | 29 aprile 2021

Vivibanca, l'aumento di capitale già sottoscritto all'80%

E' stato sottoscritto già per poco meno dell'80% e per quasi 12 milioni di euro l'aumento di capitale di Vivibanca, l'istituto torinese specializzato nel credito alle famiglie attraverso la cessione del quinto.

Germano Turinetto, presidente di Vivibanca

Germano Turinetto, presidente di Vivibanca

ViViBanca, istituto torinese specializzato nel credito alle famiglie attraverso la cessione del quinto e altri prodotti correlati, oltre che nella raccolta sul mercato retail grazie ai più innovativi servizi di on-line banking, ha comunicato che si è concluso per i soci il periodo per l’esercizio dei diritti di opzione relativi all’offerta di massime 14.701.280 azioni ordinarie di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale deliberato dal Consiglio di amministrazione il 15 febbraio scorso. Durante il periodo di offerta in opzione, iniziato il 16 aprile 2021 e conclusosi oggi, 29 aprile, sono stati esercitati 26.855.559 diritti di opzione per la sottoscrizione di 11.676.330 azioni, pari al 79,42% del totale delle azioni offerte, per un controvalore pari a 11.676.330 euro. Pertanto, risultano non esercitati 6.957.403 diritti di opzione, che danno diritto alla sottoscrizione di massime 3.024.950 azioni, corrispondenti al 20,58% delle azioni offerte, per un controvalore pari a 3.024.950 euro. I diritti inoptati potranno essere sottoscritti, in esercizio dei propri diritti di prelazione, pro quota dagli azionisti che ne abbiano fatto contestuale richiesta nell’atto di sottoscrizione, durante il periodo che decorrerà dal 30 aprile al 4 maggio 2021. L’eventuale ammontare residuo che non è stato oggetto di esercizio del diritto di opzione e non sarà oggetto di prelazione da parte degli azionisti non sarà offerto ai terzi. ViviBanca (presidente è Germano Turinetto, vice Paolo Avondetto e direttore generale Antonio Dominici) opera in Italia attraverso due filiali, cinque uffici commerciali, 106 dipendenti, più di 80 agenzie e con una rete indiretta di oltre 2.500 sportelli convenzionati, grazie ad accordi di partnership con primari istituti bancari italiani, nonché on-line attraverso servizi di internet banking. Sotto il profilo dei coefficienti di solidità, ViViBanca esprime un Cet1 ratio del 19,0%. Nel maggio del 2020, dopo l’acquisizione di un intermediario finanziario e la conseguente autorizzazione di Banca d’Italia, ViViBanca è stata iscritta all’Albo dei gruppi bancari.

Ti potrebbero interessare anche: