Notizie | 16 aprile 2021

Stellantis col turbo, a marzo quota del 21% in Europa

Stellantis con il turbo, a marzo, nel mercato europeo. La sua quota è risultata del 21%, inferiore unicamente a quella del gruppo Volkswagen (24,6%), nei confronti del quale Stellantis si è avvicinato molto.

La Fiat 500 elettrica

La Fiat 500 elettrica

Stellantis con il turbo, a marzo, nel mercato europeo. La sua quota è risultata del 21%, inferiore unicamente a quella del gruppo Volkswagen (24,6%), nei confronti del quale Stellantis si è avvicinato molto. La nuova impresa nata dalla fusione di Fca e Psa, nel mese scorso ha venduto nell'Europa occidentale 292.149 vetture, il 140,9% in più rispetto a marzo 2020. Nessun altro costruttore ha fatto registrare un aumento maggiore.

Complessivamente, nel mercato europeo sono state immatricolate 1.387.924 auto, il 62,7% in più rispetto a marzo 2020, mese che, però, fortemente penalizzato dalle prime misure restrittive volte a arginare la diffusione del contagio da coronavirus, aveva chiuso con il crollo del 51,8%. Così, sono risultate 3.080.751 le nuove immatricolazioni del primo trimestre di quest'anno, lo 0,9% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

“Dopo le pesanti flessioni di gennaio (-25,7%) e febbraio (-20,3%), a marzo il mercato auto europeo torna positivo grazie al confronto con un marzo 2020 dai volumi eccezionalmente bassi a causa delle prime restrizioni introdotte nella maggior parte dei mercati europei per contrastare la pandemia – ha commentato Paolo Scudieri, presidente di Anfia - Nel confronto con marzo 2019, tuttavia, il terzo mese del 2021 risulta in flessione del 22%, segno che le forti perdite di marzo 2020 (918.000 unità immatricolate in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), sono state solo in parte compensate. Il mercato avrà tempi di recupero graduali e fortemente condizionati dalle misure di sostegno alla domanda, in un contesto profondamente segnato dall’incertezza, tra i ritmi diversificati della campagna vaccinale nei vari Paesi, la crisi di approvvigionamento di alcune materie prime non ancora superata e le proposte dei piani di ripresa degli stati membri Ue”.

In Italia, le immatricolazioni totalizzate a marzo 2021 sono state 169.684 unità (+497,2% rispetto a marzo 2020, ma -12,6% rispetto allo stesso mese del 2019) e ni primi tre mesi 446.978 unità, con un incremento del 28,7% rispetto allo stesso periodo del 2020 (-16,9% rispetto al primo trimestre 2019).

Tornado al gruppo Stellantis, presieduto da John Elkann e guidato da Carlos Tavares, la disaggregazione dei dati di marzo mostra che Peugeot ha avuto 88.533 acquirenti (+142,2%), Opel-Vauxhall 63.048 (+89,7%), Fiat 56.441 (+173,5%), Citroen 56.377 (+157,3%), Jeep 15.192 (+240,4%), Lancia-Chrysler 5.094 (+885,3%), Ds 4.182 (+72,3%), Alfa Romeo 2.800 (+106,2%) e le marchi minori, tra le quali Maserati, 482 (+143,4%).

Terzo gruppo in Europa è risultato Renault con la quota del 7,8% del mercato (7,5% nel marzo 2020), quarto il gruppo Bmw con il 7,5% (8,5%) e quinto il gruppo Hyundai con il 7,1% (7,9%). Seguono: il gruppo Toyota con il 5,9% (6,2%), Daimler-Mecedes con il 6,4% (9,5%), Ford con il 5% (5,1%), Volvo con il 2,9% (2,9%), Nissan con il 2,8% (3,3%), il gruppo Jaguar-Land Rover con il 2,1% (2,7%), Mazda con l'1,2% (1,3%).

Ti potrebbero interessare anche: