| 05 aprile 2021

All'Italia il 5% delle domande di asilo politico nella Ue

Con 102.500 candidati per la prima volta, la Germania ha registrato nel 2020 un quarto di tutti i richiedenti asilo nella Ue. Dopo la Germania, i numeri maggiori sono stati registrati in Spagna (86.400, pari al 21%) e Francia (81.800, o 20%), Paesi che hanno preceduto la Grecia (37.900 o 9%) e l'Italia (21.200 o 5%). Questi cinque Stati membri insieme hanno rappresentato l'80% di tutti i richiedenti per la prima volta nella Ue.

All'Italia il 5% delle domande di asilo politico nella Ue

L'anno scorso sono state 416.600 persone che, per la prima , hanno presentato domanda di protezione internazionale negli Stati membri dell'Unione europea, il 34% in meno rispetto al 2019 (631.300) e del 21% rispetto al livello registrato nel 2014 (530.600), prima dei picchi del 2015 e del 2016. La maggior parte delle domande di asilo è stata presentata da siriani, afgani, venezuelani e colombiani, rappresentando insieme il 40% di tutti i primi richiedenti del 2020 nella Ue. In particolare, il maggior numero dei richiedenti asilo aveva cittadinanza siriana (63.500, pari al 15% totale di richiedenti per la prima volta), continuando la tendenza osservata dal 2013. Oltre la metà dei siriani ha presentato domanda in Germania. Al secondo posto, per il terzo anno consecutivo, è risultata la cittadinanza afgana (44.200, pari all'11% del totale dei richiedenti asilo nella Ue). Circa un quarto di tutte le domande afghane sono state presentate in Grecia e in Francia c La cittadinanza venezuelana (30.300, pari 7% del totale) si è classificata al terzo posto come nel 2019. Oltre il 90% dei venezuelani ha chiesto asilo in Spagna. I venezuelani sono stati seguiti da vicino dai colombiani (29.100 candidati per la prima volta, il 7%), con oltre il 90% delle domande presentate in Spagna. Con 102.500 candidati per la prima volta, la Germania ha registrato nel 2020 un quarto di tutti i richiedenti asilo nella Ue. Dopo la Germania, i numeri maggiori sono stati registrati in Spagna (86.400, pari al 21%) e Francia (81.800, o 20%), Paesi che hanno preceduto la Grecia (37.900 o 9%) e l'Italia (21.200 o 5%). Questi cinque Stati membri insieme hanno rappresentato l'80% di tutti i richiedenti per la prima volta nella Ue. Rispetto alla popolazione di ciascuno Stato membro, il numero più alto di richiedenti per la prima volta nel 2020 è stato registrato a Cipro (8.448 domande per milione di abitanti), davanti a Malta (4.686) e Grecia (3.532). Al contrario, il numero più basso è stato registrato in Ungheria (9 richiedenti per milione di abitanti), seguita da Estonia (35), Polonia (40) e Slovacchia (49).

Ti potrebbero interessare anche: