Notizie | 02 aprile 2021

Serie A della Borsa del Nord Ovest: a marzo i sorpassi di Italgas e Reply

I sorpassi di Italgas e Reply sono due delle novità di marzo del “campionato” della Borsa de Nord Ovest, “giocato” dalle società locali quotate a Piazza Affari.

Mario Rizzante, presidente di Reply

Mario Rizzante, presidente di Reply

I sorpassi di Italgas e Reply sono due delle novità di marzo del “campionato” della Borsa de Nord Ovest, “giocato” dalle società locali quotate a Piazza Affari. Alla fine del mese scorso, infatti, l'Italgas guidata dal torinese Paolo Gallo è risultata al settimo posto nella classifica per capitalizzazione (4,479 miliardi), superando la Buzzi Unicem di Casale Monferrato, scesa così all'ottavo (4,271 miliardi suo valore riconosciuto dalla Borsa di Milano). A sua volta, la torinese Reply controllata e guidata dalla famiglia Rizzante ha tolto la nona posizione alla Erg, dato che la sua capitalizzazione è salita a 4,039 miliardi mentre quella della quotata genevese dei Garrone-Rizzante è scesa a 3,809 miliardi, che, comunque, valgono la permanenza nella top ten.

Altri due sorpassi sono emersi nella coda della Serie A della Borsa del Nord Ovest, formata convenzionalmente dalle prime 20 quotate per capitalizzazione. Tinexta, che al vertice i torinesi Enrico Salza (presidente) e Pier Andrea Chevallard (amministratore delegato), ha chiuso marzo al quattordicesimo posto, con 1,070 miliardi, sottratto alla Juventus (1,044 miliardi), diventata così quindicesima. A guadagnare una posizione, nel mese scorso, è stata Guala Closures, la società di Spinetta Marengo presieduta da Marco Giovannini e oggetto di scalata da parte del finanziere Bonomi, che ha lanciato un'Opa totalitaria. Guala Closures si è piazzata diciasettesima con la capitalizzazione di 525 milioni, a danno della Cir, scesa al diciottesimo posto con 413 milioni. Le ultime due posizioni della Serie A del Nord Ovest sono rimaste invariate: diciannovesima Dea Capital controllata dal gruppo novarese De Agostini della famiglia Boroli-Drago (capitalizzazione di 383 milioni e ventesima la Rcs MediaGroup di Urbano Cairo con 373 milioni). Sedicesima, come a febbraio, la spezzina Sanlorenzo del torinese Massimo Perotti con 745 milioni.

Uguale a quello di febbraio il podio di marzo: Stellantis sul gradino più alto con la capitalizzazione di 47,061 miliardi; sul secondo Intesa Sanpaolo, che fa riferimento alla Fondazione Compagnia di San Paolo, con 44,894 miliardi e sul terzo, con 34,586 miliardi, la Ferrari, al cui volante si trova John Elkann, numero uno della controllante Exor. La capogruppo della famiglia Agnelli-Elkann-Nasi è quinta con 17,338 miliardi, staccata di quasi 700 milioni da un'altra sua controllata, Cnh Industrial, quarta con 18,003 miliardi. La top ten è completata dalla Diasorin di Saluggia, sesta con 7,654 miliardi.

Le tre restanti della A sono Astm, Iren e Autogrill, tutte nelle stesse posizioni di fine febbraio: Astm (gruppo Gavio) undicesima con la capitalizzazione di 3,625 miliardi, dodicesima Iren con 3,085 miliardi e tredicesima la novarese Autogrill dei Benetton con 1,794 miliardi.

Ti potrebbero interessare anche: