Notizie | 01 aprile 2021

Il cuneese Ponso presidente dei frutticoltori di Confagricoltura

Michele Ponso, imprenditore agricolo di Lagnasco, è stato eletto presidente della Federazione nazionale di prodotto della frutticoltura di Confagricoltura. Michele Ponso conduce un’azienda frutticola che si estende su 130 ettari nelle province di Cuneo e Verona,

Michele Ponso

Michele Ponso

Michele Ponso, imprenditore agricolo di Lagnasco, è stato eletto presidente della Federazione nazionale di prodotto della frutticoltura di Confagricoltura. Michele Ponso conduce un’azienda frutticola che si estende su 130 ettari nelle province di Cuneo e Verona, dove vengono prodotti piccoli frutti (mirtilli, lamponi e kiwi berry), pesche, nettarine, susine, kiwi e mele. Ha fondato la cooperativa Ponso Frutta di Saluzzo, che si occupa della lavorazione, conservazione e commercializzazione della frutta prodotta da una ventina di aziende di Piemonte, Veneto e Calabria, con un fatturato complessivo annuo di oltre 12 milioni di euro. La cooperativa, a sua volta, fa parte dell’organizzazione di produttori Joinfruit, che conta 200 soci tra Piemonte, Veneto e Lazio. In Piemonte le aziende frutticole sono circa 8.000, per una superficie coltivata di circa 18.500 ettari. Il comparto genera un fatturato annuo di oltre 500 milioni di euro su un totale nazionale di quattro miliardi. La maggior parte della frutticoltura regionale (60%) si concentra nel Cuneese, dove l’area del Saluzzese, fino alla pianura tra Savigliano, Fossano e Cuneo, accoglie oltre i due terzi delle superfici regionali coltivate a fruttiferi. In Piemonte, negli ultimi anni, ha guadagnato un migliaio di ettari la coltivazione del melo, ora di circa 5.600 ettari, quasi completamente a scapito di pesche e nettarine, coltivate in circa 2.800 ettari. Sono poco più di 2.600 gli ettari coltivati ad actinidia. Interessi in crescita per piccoli frutti, pero e castagno, mentre un vero e proprio boom c'è stato negli ultimi anni per gli impianti di nocciole, ad oggi cresciuti fino a coprire una superficie di 15.000 ettari. Il comparto “frutta fresca” è particolarmente significativo nell’export della provincia di Cuneo, in quanto pesa in misura del 10,3% del valore complessivo delle esportazioni agricole, mentre a livello regionale il peso di tale comparto è pari al 5,86%. 

Ti potrebbero interessare anche: