Pattern, nel 2020 investiti oltre 5 milioni

Pattern, quotata torinese tra i più importanti operatori nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento per i più prestigiosi marchi mondiali top di gamma, nel segmento sfilate e prime linee uomo e donna, secondo il consolidato preliminare nel 2020 ha registrato ricavi delle vendite pari a 52,6 milioni (55,6 milioni nel 2019), investimenti per 5,1 milioni (2,1 nel 2019) e al 31 dicembre scorso presentava una posizione finanziaria netta positiva per 8,8 milioni (12,4 milioni alla stessa data precedente).
Luca Sburlati, amministratore delegato di Pattern, Francesco Martorella e Fulvio Botto, fondatori e azionisti di maggioranza, hanno commentato: “Abbiamo reagito alla pandemia impostando una visione strategica di lungo periodo e credendo nel gruppo. Ed è infatti grazie all’unione di Pattern e Smt che siamo riusciti a ottenere risultati consolidati positivi nonostante il terremoto che ha investito il settore. Un’opportunità che ci darà modo di continuare a investire sulla solidità del gruppo, rimanendo fedeli ai nostri valori fondamentali - sostenibilità, persone e tecnologia - e sul consolidamento del polo italiano della progettazione del lusso”.
Pattern, fondata nel 2000 da Franco Martorella e Fulvio Botto, ha avviato nel 2017 un processo di crescita strutturato e integrato grazie all’acquisizione della Roscini Atelier, leader nella modellistica e produzione del segmento donna e, nel 2019, all’inserimento della Società Manifattura Tessile (Smt), storica azienda specializzata nella prototipia e produzione della maglieria di lusso, dando vita al Polo Italiano della Progettazione del Lusso. Pattern è quotata dal 2019 sul mercato Aim di Borsa Italiana.