Gruppo Ferrero, fatturato di 12,3 miliardi (+7,8% rispetto all'esercizio precedente)

Ferrero International, società a capo del gruppo Ferrero di Alba ha chiuso l'esercizio terminato il 31 agosto scorso con un fatturato consolidato di 12,3 miliardi di euro, il 7,8% in più rispetto all'esercizio precedente, che aveva registrato un fatturato consolidato di 11,4 miliardi. Il colosso dolciario, di cui Giovanni Ferrero, figlio dell'indimenticabile Michele, è il presidente esecutivo e Lapo Civiletti l'amministratore delegato, consolida 105 società a livello mondiale e dispone di 31 stabilimenti produttivi.
Nell'esercizio passato il gruppo nato ad Alba ha visto crescere le vendite di prodotti finiti principalmente grazie alla crescita negli Stati Uniti e in altri mercati occidentali, quali Germania, Francia e Italia. La crescita del fatturato è stata trainata da alcuni brand iconici, come Nutella, Kinder Bueno e dai prodotti freschi, ma anche dal lancio di nuovi prodotti, come Nutella Biscuits.
Ai risultati positivi del Gruppo – riferisce l'Ansa Piemonte - hanno contribuito anche la completa integrazione della Keebler nel mercato statunitense e l'acquisizione del business dei biscotti di Kellogg Company, alla fine dell'anno fiscale 2018/2019. La crescita organica, escludendo l'impatto delle aggregazioni di business, sarebbe dell'1,5% ai tassi di cambio correnti”.
I prodotti del gruppo Ferrero sono commercializzati in oltre 170 paesi. L'organico medio del gruppo nel 2019/2020 è stato di 34.121 dipendenti, in aumento rispetto ai 33.003 del 2018/2019. Aal 31 agosto 2020 i dipendenti erano 37.122, in aumento rispetto ai 36.372 di 12 mesi prima.