Borsa: Stellantis parte con sprint (+7,57%) ma regina della seduta è Osai (+15,23%)

Partenza sprint in Borsa, oggi, 18 gennaio, per Stellantis, la società nata dalla fusione tra Fca e Psa-Peugeot. La nuova azione ha esordito con il rialzo del 7,57%, il più alto fra le blue chip di Piazza Affari. L'ultimo prezzo di Stellantis, infatti, è stato di 13,522 euro. E le relative azioni scambiate sono state 23,727 milioni. Stellantis ha anche trainato il suo maggiore azionista, Exor, il cui valore si è incrementato del 2,64%, che vale il secondo posto nella graduatoria degli aumenti del listino Ftse Mib. Exor ha terminato la seduta a 66,82 euro. Al quarto posto, tra le blue chip, si è piazzata Diasorin, con la crescita del 2,21% a 166,2 euro. L'indice Ftse Mib è salito dello 0,53% a 22.499 punti.
La miglior performance di tutta Piazza Affari, però, oggi, è stata della matricola torinese Osai Automation System, che ha fatto registrare il rialzo del 15,23% e, perciò, il prezzo di 3,745 euro, il più alto da quando è entrata in Borsa, il 3 novembre scorso. Quel giorno ha terminato le negoziazioni a 1,88 euro. Costituita nel 1991, circa 140 dipendenti, la "piccola" Osai Automation System è presieduta e controllata da Mirella Ferrero.