Nuovo record della Ferrari (in Borsa): capitalizzazione superiore ai 35,7 miliardi

Nuovo record della Ferrari. Non in pista, ma in Borsa. Oggi, 18 dicembre, quando l'indice Ftse Mib è sceso dello 0,16% ritornando così sotto i 22.000 punti (per la precisione a 21.976), l'ultimo prezzo dell'azione Ferrari è stato di 184,15 euro, il più alto mai raggiunto. Quotazione che corrisponde alla capitalizzazione di 35,71 miliardi di euro, ben superiore sia a quella della sua controllante Exor sia della ben più grande Fca. Il titolo Ferrari ha chiuso la seduta odierna con il rialzo dello 0,35%. E a proposito di rialzi, va rilevato che oggi il podio delle blue chip ha visto sul gradino più alto Cnh Industrial (+3,85% a 9,776 euro) e sul secondo Diasorin, che ha recuperato quota 170,7 euro (+2,15%).
La settimana borsistica appena finita è risulta positiva non soltanto per la Ferrari (venerdì 11 era a 176,75 euro) e Cnh Industrial (era a 8,988 euro); ma anche per altre big, quali Fca (14,528 euro dai 13,64 di sette giorni prima), Exor (62,56 euro dai 59,20), Buzzi Unicem (19,775 euro dai 19,165), Reply (95,05 euro dai 92,75), Astm (20,40 euro di 20,28),Tinexta (20,95 euro dai 19,04), Erg (21 euro dai 20,50), Sanlorenzo (14ì5,64 euro dai 15,56).
Tra le principali quotate del Nord Ovest che, invece, hanno chiuso la settimana con un ribasso rispetto a venerdì 11, si trovano Autogrill (5,425 euro l'ultimo prezzo), Intesa Sanpaolo (1,9352), Iren (2,104), Italgas (5,055), Juventus (0,8316).