Musei, il progetto torinese di accoglienza adottato dalla Direzione della Lombardia

Approda ai musei statali lombardi il progetto di accoglienza “Operatori museali e disabilità”, un’iniziativa unica in Italia, realizzata dalle torinesi Fondazione Crt e Fondazione Paideia per diffondere e promuovere modelli organizzativi e gestionali capaci di rendere i musei italiani pienamente accessibili a tutti, in primis ai visitatori in difficoltà. Il personale dei dodici istituti affidati alla Direzione regionale musei della Lombardia e del complesso museale Palazzo ducale a Mantova dedicato all'accoglienza (oltre cento addetti) ha iniziato a seguire questo specifico corso di formazione a partire dalla Giornata internazionale delle persone con Disabilità.
Siamo orgogliosi di poter lavorare accanto a eccellenze museali del nostro Paese come la Direzione regionale Musei Lombardia, supportandola nella formazione del proprio personale: per aprire realmente i luoghi d’arte a tutti è necessario abbattere le barriere culturali, meno visibili di quelle fisiche, ma certamente non meno ingombranti”, commenta il presidente della Fondazione Crt, Giovanni Quaglia. E Emanuela Daffra, direttore regionale Musei Lombardia, che ha voluto e sostenuto la partecipazione a questo corso per il suo personale, aggiunge “è essenziale porre premesse concrete perché i musei interpretino con sempre più attenta professionalità il loro ruolo di luoghi di accoglienza, inclusione, benessere per tutti”.
Il progetto “Operatori museali e disabilità” di Fondazione Crt e Fondazione Paideia coinvolge 200 tra musei e istituzioni culturali in Italia e un migliaio di operatori