La Fondazione Compagnia di San Paolo "turbo" dell'innovazione nella cultura

A conclusione della procedura di valutazione dei 12 progetti che avevano superato la Fase 1, il Comitato di Gestione della Fondazione Compagnia di San Paolo ha deliberato il sostegno ai progetti che hanno superato la selezione della Fase 2 del bando Switch – Strategie e Strumenti per la Digital Transformation nella Cultura. Ecco gli enti destinatari dei contributi e, tra parentesi, il relativo importo: Centro per la conservazione il restauro dei beni culturali “La Venaria Reale” (200.000 euro), Fondazione Museo delle antichità egizie di Torino (200.000), Fondazione Nuto Revelli Onlus (179.780), Fondazione del Teatro Stabile di Torino (190.860), Musei Reali di Torino (200.000).
Il bando si rivolgeva alle istituzioni culturali, invitandole a proporre un piano di innovazione pluriennale per la gestione e la valorizzazione del proprio ente e delle proprie attività, rispondendo all’interesse della Fondazione Compagnia di San Paolo di approfondire il tema delle nuove tecnologie e del digitale nel e in rapporto al mondo della cultura. Il bando, infatti, aveva lo scopo di raggiungere i seguenti obiettivi primari: promuovere la cultura della pianificazione strategica attraverso la definizione di un piano dell’innovazione pluriennale e integrato alla strategia complessiva dell’ente; favorire lo sviluppo e la diffusione della cultura e delle competenze dell’innovazione negli enti culturali; contribuire alla sostenibilità economica degli enti sia dal lato dell’efficientamento gestionale, sia nella capacità di generare nuove entrate; favorire una maggiore contaminazione tra il mondo tecnologico e quello dei beni culturali, per giungere a un paradigma condiviso per un’efficace gestione tecnologica e interpretazione digitale del patrimonio culturale.