John Elkann anticipa il futuro di Manley: sarà "Head of Americas" di Stellantis

Quello che segue è il testo completo della Lettera inviata oggi a tutti i dipendenti di Fca dal presidente John Elkann: “ Ci stiamo avvicinando alla fine del 2020 – un anno come non ne abbiamo mai visti – e allo stesso tempo manca ormai poco al giorno della creazione di Stellantis, che segnerà l’inizio di un nuovo capitolo per noi. Come sapete, è stato concordato che Carlos Tavares diventerà il Ceo della nuova società e che Mike Manley svolgerà un ruolo fondamentale nel futuro successo di Stellantis. L’intesa e la comunanza di vedute che si sono instaurate da subito tra Mike e Carlos – frutto anche di un'amicizia lavorativa di lunga data – si sono rivelate fondamentali durante ogni fase delle trattative con Groupe Psa e continueranno ad esserlo in futuro. Mike fin dall’inizio si è fatto promotore del potenziale straordinario che questa fusione ha di cambiare le dinamiche del settore. Ha dato impulso all’intero processo e al fantastico lavoro fatto dai team di Fca in collaborazione con le loro controparti in Psa – che presto saranno i nostri colleghi – da prima dell’annuncio della fusione, un anno fa, fino a oggi, esattamente dodici mesi dopo”.
“Le sfide che come gruppo abbiamo dovuto affrontare negli ultimi anni sono state incredibilmente dure – continua John Elkann - Mike ha assunto il comando della nostra azienda in circostanze tra le più difficili, a causa della terribile e prematura scomparsa di Sergio Marchionne nel luglio del 2018, e ci ha condotti fuori da quei giorni bui, guidandoci con il suo esempio. L'anno successivo, il 2019, ci ha messo alla prova con nuove sfide ma, nonostante ciò, siamo riusciti a concluderlo siglando la nostra storica fusione con Groupe Psa e ottenendo ancora una volta risultati eccellenti. Il 2020, un anno che nessuno avrebbe mai potuto immaginare, ha richiesto a tutti noi di reinventare il nostro modo di lavorare e, di nuovo, Mike ci ha guidati mettendosi in prima linea, determinato a proteggere voi e il vostro lavoro, stando vicino alle nostre comunità e facendo in modo che, con il contributo di tutti, la performance della nostra azienda raggiungesse i massimi livelli. Il fatto che come FCA stiamo entrando in questa nuova ed entusiasmante era, forti di una grande solidità, lo dobbiamo anche a lui e al suo stile di leadership, incentrato sui valori della diversità, del rispetto e della collaborazione. Così come lo dobbiamo a tutti voi, che siete stati capaci di conseguire straordinari successi a ogni livello aziendale. La performance che abbiamo annunciato per il terzo trimestre è stata veramente eccezionale, con risultati record a livello di gruppo e in Nord America. Forse non ci dovrebbe sorprendere che Mike, avendo guidato la profonda trasformazione e la straordinaria crescita dei marchi Jeep e Ram, abbia affrontato le grandi sfide degli ultimi due anni senza esitazioni. Siamo stati davvero fortunati ad avere lui come Ceo”.
Conclude John Elkann: “Pertanto, comprenderete bene perché è con immenso piacere che oggi vi annuncio che una volta completata la fusione – speriamo presto nel prossimo anno – a Mike sarà chiesto di assumere il ruolo di Head of Americas, lavorando al fianco di Carlos e continuando a mettere a disposizione la sua grande esperienza, l’energia e la determinazione per rendere Stellantis l'azienda straordinaria che siamo certi sarà. Vi parlerà direttamente tra poco, durante la Town Hall, ma vi invito a unirvi a me già da ora nel rendere omaggio alla sua leadership durante gli ultimi due anni e mezzo e a congratularvi calorosamente con lui per il nuovo incarico”.
Questa lettera lascia intuire, fra l'altro, che non Mike Manley non sarà il prossimo amministratore delegato della Ferrari, incarico attualmente ricoperto, ad interim, dallo stesso John Elkann, che della Casa di Maranello è il presidente.