Ivrea, Fidia verso il concordato preventivo ammessa alla procedura dal Tribunale

Fidia, società di San Mauro Torinese, a capo dell'omonimo gruppo leader nella tecnologia del controllo numerico e dei sistemi integrati per il calcolo, la scansione e la fresatura di forme complesse, quotata alla Borsa Italiana, ha comunicato che il Tribunale di Ivrea l'ha ammessa alla procedura di concordato preventivo e ha concesso alla medesima il termine di 120 giorni e, pertanto, fino al 31 marzo 2021, per presentare la proposta definitiva di concordato preventivo, il piano e la documentazione, ovvero una domanda di omologa di accordi di ristrutturazione dei debiti. Il Tribunale ha delegato alla procedura il giudice Alessandro Petronzi, demandando allo stesso di provvedere all’assunzione di ogni eventuale incombente istruttorio e, inoltre, ha nominato pre-commissario giudiziale Ivano Pagliero, incaricato a vigilare sulle attività che la società porrà in essere fino alla scadenza del termine. In pendenza di questa procedura, Fidia non potrà compiere atti di straordinaria amministrazione, se non previa autorizzazione del Tribunale e adeguatamente motivati da caratteri di urgenza e utilità e non potrà, altresì, effettuare, per nessun motivo, pagamenti di crediti anteriori.