Anfia lancia il Next Mobility Hackathon

Debutta nel 2021 la prima edizione dell’Anfia Next Mobility Hackathon, iniziativa promossa dal Gruppo Carrozzieri e Progettisti dell’Associazione in quanto espressione di aziende attive nel concept design, modelling, engineering, testing e progettazione e produzione di veicoli speciali. E' dedicata agli studenti delle università e delle scuole di design italiane, chiamati a misurarsi sui trend del settore automotive espressi dall’acronimo Case-Connected, Autonomous, Shared and Electric. “L’hackathon rappresenta per noi un passo importante verso il nuovo ruolo che il mondo dell’engineering & design si propone di assumere – afferma Silvio Angori, presidente del Gruppo Carrozzieri e Progettisti Anfia – quello di attore primario nella formazione di risorse adeguate alla rivoluzione tecnologica e di approccio alla mobilità a cui l’intera catena del valore del settore automotive sta assistendo. Visto che il cambiamento investe anche la progettazione del veicolo dal punto di vista del design, dell’ingegnerizzazione e della customer experience, in forza della nostra carica innovativa e creativa possiamo diventare l’ideale trait d’union tra aziende, istituzioni pubbliche, istituti di formazione secondaria e università. E desideriamo incominciare dai giovani studenti, che sono la vera promessa del futuro economico del Paese”.
Tre i temi tra cui scegliere per la presentazione di idee e progetti innovativi che saranno valutati dal Comitato Tecnico Scientifico e di Valutazione dell’evento, composto da esperti del settore della mobilità, provenienti dalle aziende associate Anfia e dal mondo accademico e industriale. Il tema Engineering & design si concentra sull’esigenza di reinventare lo spazio interno ed esterno di un veicolo per accogliere l’utente con una nuova logica di usabilità del mezzo di trasporto, sia esso pubblico o privato. Il tema Autonomous & Data driven mobility si focalizza sull’evoluzione delle tecnologie del veicolo connesso e autonomo in relazione a nuove forme di interazione tra utente e veicolo e tra utente e mondo esterno. Infine, con il tema Interfacce HMI si è voluto dare spazio a nuove frontiere dell’interazione uomo-macchina.
Le candidature degli studenti saranno aperte dal 1° al 15 febbraio 2021 sulla piattaforma web dell’evento (https://www.nextmobilityhackathon.com/), dove potranno caricare direttamente le proposte progettuali. Queste ultime potranno limitarsi a descrivere, attraverso approfondimenti ed analisi, la fattibilità tecnica ed economica di un prodotto o servizio senza una concreta realizzazione e dimostrazione, oppure prevedere anche un’analisi economica di primo livello come studio di fattibilità. Chi lo desidera potrà, infine, completare l’intero processo di sviluppo per arrivare a una soluzione funzionante del prodotto o servizio presentato.
I primi classificati in ciascuna di queste tre categorie riceveranno un premio in denaro. Per tutti i partecipanti all’hackathon è comunque prevista la possibilità di accedere a una serie di premi, di carattere economico e/o sotto forma di assistenza allo sviluppo dell’idea proposta, grazie alle risorse messe a disposizione dagli sponsor dell’iniziativa.