Successo piemontese a Storie di alternanza

Quasi 3mila studenti coinvolti, 201 scuole partecipanti e oltre 230 progetti inviati: è questo il bilancio della sesta sessione del Premio “Storie di alternanza”, promosso da Unioncamere e da 56 Camere di commercio per valorizzare i migliori racconti delle esperienze realizzate dagli Istituti di istruzione secondaria nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento.
Ottimi i piazzamenti delle scuole piemontesi. Infatti, la Medaglia d’argento è stata conquistata dal liceo “V. Beccaria Govone” di Cuneo con il video “Tra sapori e sviluppo: da classicista a direttore marketing”: un progetto di comunicazione aziendale nel settore della ristorazione cuneese: dalla realizzazione di volantini, locandine, gadget, insegne, tovagliette sottopiatto, sacchetti e box da asporto, menù, alla promozione social tramite il sito web, le recensioni su Facebook, TripAdvisor e Google.
Inoltre, nella categoria Istituti tecnici e professionali, il riconoscimento più elevato è andato all’I.T.I. "G. Omar" di Novara, per “Chimica indossabile e cerotti intelligenti”. Un progetto che ha saputo non solo far conoscere e utilizzare agli studenti strumenti e tecnologie nell’ambito della chimica, ma che è riuscito a evidenziare il ruolo centrale della cultura scientifica, dall’idea allo sviluppo fino alla realizzazione di un dispositivo chimico indossabile (chimica wearable) sotto forma di semplice cerotto, di braccialetto o ciondolo, progettato per il monitoraggio e la diagnosi personalizzata di pazienti o di sportivi tramite l’analisi del sudore.
In questa categoria, la Medaglia di bronzo è stata vinta dall’
In questa categoria, la Medaglia di bronzo è stata vinta dall’I.I.S. “A. Avogadro” di Torino con il video “OSM Guinea Bissau”. In collaborazione con l'associazione onlus "Abala Lite", che opera nel villaggio di N’Tchangue in Guinea-Bissau, gli studenti hanno realizzato un progetto con l'intento di mappare il territorio intorno al villaggio su OpenStreetMap (la mappa mondiale libera e Open source) e creare una sorta di censimento anagrafico informatizzato. I dati acquisiti hanno consentito di conoscere gli effetti degli interventi dell’associazione "Abala Lite" sulla popolazione locale (mortalità neo-natale, presenza di abitanti per classi d’età e di genere, cambiamenti nel numero totale degli abitanti del villaggio, etc.).
Cinque le menzioni speciali assegnate. Una allo stesso I.T.I. "G. Omar" di Novara, nell’ambito “STEM”, con il video “Chimica supramolecolare una soluzione per l’ambiente”. La chiave del progetto è quella di migliorare la qualità delle acque e ridurne lo spreco attraverso le betaciclodestrine e le bacche di liquidambar. Un progetto che coniuga la sostenibilità ambientale e la promozione della consapevolezza dell’importanza della ricerca e della sperimentazione scientifica. Il progetto è anche vincitore del concorso FAST “i giovani e le scienze del 2020” e tra i finalisti italiani al concorso internazionale SIWI Water Tank di Stoccolma.
La menzione speciale per il “Tutor d’Eccellenza” è andata al Liceo “Madre Mazzarello” di Torino
 con il video “Prospettive”. La passione, la capacità motivazionale e di coinvolgimento di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, hanno rappresentato un elemento centrale di questo progetto che ha consentito agli studenti di guardare al futuro con una “visione di orizzonti più ampi e significativi”, ideando un ciclo di conferenze intitolato “Prospettive”. A ognuno dei relatori invitati è stato chiesto di condividere con i giovani la sua prospettiva sul futuro, partendo dalla propria esperienza di vita.