Reply aumenta fatturato e marginalità

Il consiglio di amministrazione di Reply ha approvato il consuntivo al 30 settembre. Il fatturato consolidato del gruppo, nei primi nove mesi dell’anno, ha raggiunto i 908,3 milioni, in crescita del 4,9% rispetto ai 866,2 milioni dello stesso periodo 2019. Positivi tutti gli indicatori di periodo. L’ebitda consolidato è stato di 141,1 milioni (+3,6%) e l’utile ante imposte è stato di 113,8 milioni (+5,6%). La posizione finanziaria netta al 30 settembre è positiva per 135,6 milioni, mentre era di 122,6 milioni al 30 giugno. Per quanto riguarda il terzo trimestre, i risultati del gruppo torinese sono altrettanto positivi, con un fatturato consolidato di periodo pari a 293,1 milioni (+0,2%), l'ebitda è stato pari a 50,9 milioni e l'utile ante imposte di 38,6 milioni.
“Reply - ha dichiarato il presidente Mario Rizzante, fondatore e azionista di controllo - nei primi nove mesi del 2020, malgrado le difficoltà legate agli effetti dei vari lockdown è stata in grado di raggiungere risultati positivi, sia in termini di fatturato che di marginalità; anche il terzo trimestre è stato caratterizzato da un andamento in crescita. Questo ci ha consentito di proseguire nel nostro percorso di sviluppo, sia ampliando l’offerta Reply in Nord America e in Europa, sia investendo in nuove competenze, in particolare negli ambiti del cloud, delle applicazioni di intelligenza artificiale, dei veicoli connessi e delle soluzioni a supporto della digitalizzazione e automazione dei principali processi aziendali.”