La gestione dei fondi sanitari Fca e Cnh assegnata a Intesa Sanpaolo Rbm Salute

La Divisione assicurativa di Intesa Sanpaolo, attraverso Intesa Sanpaolo Rbm Salute, si è aggiudicata la gestione dei fondi sanitari integrativi contrattuali dei Gruppi Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e Cnh Industrial. In totale i fondi Fasif e Fisdaf assistono circa 170 mila persone.
La selezione per il partner assicurativo dei due fondi sanitari dei due gruppi che fanno capo a Exor, ha visto prevalere Intesa Sanpaolo Rbm Salute, che si è distinta per i livelli di servizio proposti nella
gestione dei sinistri Salute, la capillarità del network di strutture sanitarie convenzionate sul
territorio e la gamma di servizi aggiuntivi. La durata dell’accordo è quadriennale con facoltà di rinnovo differenziate per i due Fondi.
“Grazie a questo accordo – ha dichiarato Nicola Maria Fioravanti, ad di Intesa Sanpaolo Vita e
responsabile della Divisione Insurance di Intesa Sanpaolo – si rafforza ulteriormente una
partnership con un grande gruppo internazionale come Fca, mettendo a disposizione le nuove
competenze specialistiche, acquisite con l’integrazione di Rbm Salute nel nostro Gruppo”.