Il Politecnico di Torino premiato in Cina per progetto urbanistico di una maxi area

 Il Politecnico di Torino ha vinto il terzo premio del concorso internazionale Urban Design, indetto i dalla municipalità cinese di Lishui per individuare il futuro masterplan di un’area di 152 chilometri quadrati della città - Torino ne misura 130 - distribuiti lungo il fiume Ou. Le candidature erano 93. L'ateneo torinese, pertanto, rientra tra i tre gruppi che nei prossimi anni affiancheranno l’amministrazione locale nel definire le direzioni urbanistiche e architettoniche della nuova città.
Polito ha partecipato con il Dad-Dipartimento di Architettura e Design come capofila e con il Dist-Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio: i 44 docenti, ricercatori, dottorandi e studenti che hanno lavorato al progetto fanno capo ai gruppi di ricerca della China Room e dell’Istituto di Architettura Montana.
Il rettore Guido Saracco ha così commentato il prestigioso riconoscimento: “Questo premio consolida ancora di più la reputazione del nostro Ateneo in Cina, dove siamo di fatto un punto di riferimento istituzionalmente riconosciuto. Per poter ampliare ulteriormente le collaborazioni e il nostro impatto sul territorio cinese stiamo progettando insieme a Fondazione Links una Legal Entity a Pechino, che ci consentirà di sfruttare al meglio le tante occasioni di ricerca applicata e di mercato che offre questo Paese”.